PDA

Visualizza la versione completa : Trasferimento della moglie



Osvy66
2nd September 2010, 07:31
Buongiorno a tutti.
A chi mi puo' dare un indicazione o a chi ha gia' fatto un esperienza in merito sul seguente quesito.
Mettiamo il caso in cui mia moglie viene trasferita in AU dalla sua azienda italiana che ha anche una sede lý, anche qui vige il limite di eta' (45 anni) o non influisce visto che cmq vieni chiamato da un'azienda Australiana?
Io poi potrei richiedere il congiungimento familiare approfittando del fatto che lei lavora gia' li?
Grazie a chi mi risponde
Auguro a tutti una buona giornata

Valerio
3rd September 2010, 15:06
Cerco di farti capire:
- Per venire in Australia ti serve un visto, e l'australia e' molto restrittiva, specialmente nei visti per emigrare definitivamente ovvero che ti consentono di ottenere la residenza permanente il visto che non ti pone limiti per rimanere e lavorare in Australia.

- per avere un'idea di alcuni visti leggi qua': http://www.australianboard.com/vivere-in-australia.html

- ci sono anche tanti altri visti per ragioni diverse, e ognuno di essi ha dei requisiti diversi, gli unici requisiti comuni a tutti sono:
1. Certificato di conoscenza della lingua inglese.
2. Eta' non superiore ai 45 anni per l'applicante principale.
3. Certificati di buona salute, ogni tipo di situazione che richiede una cura medica continua, o infettiva potrebbe bloccare, rallentare, o rifutare il visto.

- i quei visti ovviamente c'e' l'applicante principale e i "dipendenti" che sono moglie, figli, fidanzata.

Per fartela breve, ponendo che non ci siano problemi di salute dovete avere una piu' che buona conoscenza della lingua inglese.
Se non la avete potete acquisirla attraverso un corso che ovviamente richiede piu' o meno tempo in base alla velocita' di apprendimento e se si hanno basi passate di inglese ovviamente.

Ponendo che abbiate il certificato di inglese IELTS con il voto richiesto se volete aprire una attivita' dovrete dimostrare tutta una serie di requisiti di successo nello stesso campo in Italia, qualcosa come minimo 200.000 di attivo in almeno due degli ultimi 5 anni, e investire o bloccare importanti somme in denaro per i primi 5 anni senza contare gli investimenti per aprire l'attivita'.

Se invece c'e' una azienda, compagnia, o comunque un'attivita' professionale che vuole sponsorizzare non devi investire quelle cifre, ma devi essere in possesso di un titolo di studio e/o di esperienza nel campo in cui ti vogliono sponsorizzare, devono inoltre dimostrare che sei indispensabile per alcuni progetti di crescita dell'attivita', e se tutto a posto ti fanno un contratto dai 2 ai 4 anni che ti consente di stabilirti in Australia.

Quindi capisci che se non sei in possesso dei requisiti base di un visto o non puoi ottenerlo o ci vuole tempo e soldi per colmare i requisisti mancanti (tipo l'inglese).

E se l'eta' dell'applicante e' al limite (dai 40 in poi) si rischia di investire questo tempo e soldi per poi non avere la possibilita' di applicare a causa dell'eta'

Ad ogni modo nessuno dei due visti ti permette di ottenere la residenza permanente per diritto, ovvero alla scadenza del tuo visto non c'e' l'obbligo di farti rimanere in australia, quindi devi re impacchettare tutto e uscire dall' australia.
Oppure prima della fine del tuo visto puoi vedere se hai accumulato i requisiti per applicare per un visto permanente che quindi ti consente di rimanere in Australia.

Adesso dovrebbe essere piu' chiaro, pero' cerca nel forum business visa, e sponsor visa.
ciao