PDA

Visualizza la versione completa : Lavoro nel settore edilizia



luca2012
14th October 2012, 13:38
Ciao a Tutti
mi sono da poco iscritto al Forum e subito vi pongo la una domanda e vi chiedo un consiglio...
Dunque mi presento: ho 44 anni e sono laureato in Architettura. Ho svolto per circa 15 anni la libera professione ma purtoppo sono stato duramente colpito dalla crisi del settore edilizio che dalle mie parti ha mietuto diverse vittime:cryin. Ho maturato la decisione di lasciare l'Italia per trasferirmi in un posto esistano ancora delle opportunità di lavoro nel mio settore.
Ho una discreta conoscenza della lingua inglese (guardo film e tv in lingua originale, leggo molto ma non ho grandi opportunità per parlare) ed un'ottima conoscenza di alcuni sofware specifici per architettura (esperienza maturata in molti anni di lavoro).
Ho viaggiato molto ma non sono mai stato in Nuova Zelanda.
La mia idea sarebbe di cogliere la scusa di una vacanza per valutare se quello che ho letto corrisponde a quello che troverò. Nel frattempo che sono lì vorrei provare a rimanere cercando un lavoro che mi consenta di mantenermi. Non mi disturberebbe fare anche cose diverse dalla mia professione per un periodo più o meno lungo.
Nel frattempo inizierei a cercare lavoro presso qualche studio a presso qualche impresa edile o presso ditte che lavorino nel settore dell'edilizia.
Che ne dite? Può funzionare questa strategia? Madare il curriculum dall'Italia non mi pare che possa essere meglio che una inteview sul posto...
Che tipo di visto fareste per fare una cosa del genere?
In che zona del paese miconsigliate di focalizzare la mia attenzione?

Roberto Draghi
16th October 2012, 02:18
Ciao Luca, saluti da Aotearoa.

Il settore edilizio in Nuova Zelanda al momento é abbastanza attivo, specialmente per via della riscostruzione di Christchurch, che colpita dal terremoto é tutta da rifare. Tuttavia per lavorare come architetto qui dovrai fare accreditare il tuo diploma dal ente NZQA e più iscriverti al albo degli architetti. L'Universtità dove ti sei laureato ha un accordo con il governo NZ per la riconoscenza del diploma diventa un po' più semplice ma é sempre una pratica che ci mette del tempo a girare oltre che avrai bisogno di un livello superiore di conoscenza della lingua inglese, specialmente se lavorerai in un in cantiere edile o trattando con il publicco.

L'idea di prendere una vacanza per un periodo di riconoscenza è ottima e se te lo puoi permettere non potresti fare di meglio. Approfitta quando sei qui per assegnarti delle interviste di lavoro oltre visitare subito un immigration adviser accreditato dal governo della NZ ma prova anche a indirizzare qualche CV mentre sei ancora al'estero tanto per "assaggiare il mercato di lavoro". Hai ragione quando dici che sarà improbabile che trovi uno sponsor mentre sei ancora in Italia ma non si sa mai e non costa provare. Comunque non mandarne un mare perché potresti anche brucciare buone opportunità per comunicazione ostacolata dalla distanza...

Auckland é la città più grande e ti suggerisco iniziare da qui, ma è anche la più ricercata e in conseguenza tendono a dare la preferenza a qui ha già il visto di lavoro o residenza, quindi arriva pronto a girare il paese. Che poi non è nessun sacrificio perché tutta la NZ è incantevole.

Se pensi ad un periodo prolungato potresti anche cercare un lavoro alternativo nella categoria skilled migrant visa (sempre che tu possa dimostrare una skill in demanda nel mercato di lavoro locale e ti trovi il datore di lavoro disposta o fare da sponsor) finché non sbrighi tutte le pratiche per accreditarti come architetto ma se pensi ad un periodo corto non c'è modo di lavorare durante le vacanze perché il visto di visitante non lo permette assolutamente.