Convincere una moglie.... - Blogs - Australianboard community - Forum di italiani in Australia
View RSS Feed

ANDREW76

Convincere una moglie....

Rate this Entry
Avere visitato l'Australia nel lontano 2005, aveva suscitato un emozione incredibile, sembrava che li la vita andasse avanti come nei cartoni animati, tutto perfetto, nessun intoppo, nessun contrattempo, anzi la disponibilità della gente ha fatto si che in 28 giorni, ( 16 voli interni) , mi ha fatto girare l'Australia senza aver prenotato nulla dall'Italia, in ordine Sidney, Melbourne, Apollo bay, Mount Gambier, Adelaide, Kangaroo Island, Alice spring, Ayers Rock, Darwin, Kakadu Park, Cairns, Dunk Island e Brisbane... e quella terra fantastica, ci aveva avvolto nella sua stupenda natura incontaminata e la voglia di non ritorno già aleggiava tra i miei pensieri.... Poi tornati nella cruda realtà italiana, i problemi, gli intoppi, le cattive abitudini e la maleducazione riempivano la nostra vita quotidiana, fino a che un giorno nell'ambito lavorativo incontro una persona nata e cresciuta ad Adelaide...e spontaneamente gli dico " Ma cosa ci fai in Italia?" Lei mi guarda e risponde ma in Australia io mi annoio... bella risposta, capisco che comunque puo' aiutarmi ad avere qualche aggancio buono visto che i suoi parenti sono tutti li ad annoiarsi e mi faccio lasciare un contatto telefonico. Ci sentiamo ormai da circa due anni e da quando sono diventato papà, il mio unico pensiero è rivolto alle mie bambine visto che qui si parla già di due generazioni bruciate, lavoro non c'è prospettive di crescita zero...., stipendi fermi alla stazione dal 2002!!! Straordinari tagliati, tasse in aumento ecc.... A voi Italiani in Australia che seguite questa stupenda Community, sposati o non, con figli o senza.... aiutatemi con le vostre esperienze e recensioni a convincere mia moglie, al di fuori degli affetti che restano e si dovranno lasciare io credo che "the life must go on".....
Grazie a tutti vi aspetto numerosi!!!!

Submit "Convincere una moglie...." to Facebook Submit "Convincere una moglie...." to Twitter Submit "Convincere una moglie...." to MySpace Submit "Convincere una moglie...." to Google Submit "Convincere una moglie...." to Yahoo Submit "Convincere una moglie...." to Digg Submit "Convincere una moglie...." to del.icio.us Submit "Convincere una moglie...." to StumbleUpon

Commenti

Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
  1. L'avatar di impaziente78
    cavoliiiii..........è un'ardua impresa convincere una donna nonchè mamma a schiodarsi dalla sua casa!!! mille paure, la super protezione verso i figli,e vogliamo metterci anche meridionale !!!! da un lato la capisco, qui si sente nel suo mondo,a casa sua sa come muoversi per proteggere i "suoi cuccioli ", ma un consiglio da donna che posso darti è fagli capire che il proteggere i figli non significa stare nello stesso"territorio",se il territorio è a rischio bisogna cambiare zona,trovarne un'altro più sicuro e adatto a farli crescere sani e forti!!! prova a fargli capire che quando cresceranno e qui non ci sarà prospettiva per loro,saranno costrette ad emigrare e le perderà,perderà l'occasione di vederle realizzate, di vederle accasate,e di diventare nonna,certo non vi è certezza che le cose andranno cosi', ma le probabilità sono molto alte!!!! io ero come lei super protettiva,agguerrita a proteggerli, ma un giorno mi sono "svegliata" e mi sono posta tutte le domande e le preoccupazioni sopra elencate e ho detto NO,non deve finire cosi'!!!! pensa solo che ero quella paurosa di tutto,che non muoveva un passo senza avere la sicurezza, e il giorno in cui ho detto a mio marito (eterno viaggiatore,amante dell'avventura,insomma l'opposto mio) BASTA,ANDIAMO VIA DA QUI,I NOSTRI FIGLI SONO IN PERICOLO!!! mio marito non poteva crederci,mi ha guardato con occhi increduli,come dire, ma dov'e' finita mia moglie????!!! in bocca al lupo!!!!
  2. L'avatar di ANDREW76
    Brava hai colto in pieno la questione, calcola che quei discorsi li faccio tutti i santi giorni, e gli ricordo sempre che l'amore per i genitori e l'attaccamento non valgono il prezzo del futuro dell nostre figlie, ma per ora ancora tanto scetticismo, io invece sono un pò come tuo marito non mi spavento anzi credo che nuova vita sia una nuova linfa, voglia di lavorare e realizzare ciò che qui sembra solo un sogno. Lo so all'inizio ambientarsi non sarà facile ma credo e sono certo che una volta passato questo ostacolo non dico che sia discesa e neanche la voglio, ma una pianura con qualche salitella ti farà scoprire orizzonti della vita vera.....
  3. L'avatar di Maverinick
    Molto bello il tuo post e mi piace molto la risposta che ti ha dato l'australiano, perche' rappresenta quello che anche io penso da sempre, l'italiano si annoia in Italia, l'australiano si annoia in Australia, la verita' e' che ci annoiamo dopo avere speso meta' della nostra vita nella nazione in cui siamo nati e la voglia di cambiare a un certo punto si fa' sentire (la chiamano anche crisi di mezza eta', ognuno la chiama a modo suo). Perche' diciamoci la verita', forse non hai avuto problemi per 28 giorni mentre eri in Australia, ma non e' che le pagine dei giornali non sono piene di fatti gravi, incidenti, furti etc. anche in Australia, e' solo che per noi e per la nostra mente e' il paradiso, anzi ti diro' di piu', anche se avessi avuto mille intoppi mentri eri in Australia, gia' solo perche' eri in Paradiso avresti affrontato tutto con il sorriso e magari avresti annotato tutto come parte dell'avventura
    Detto tutto cio', siamo con te nel cercare di convincere tua moglie a spostarsi in Australia, pero' conta molto quanto debba essere convinta, perche' se lei e' gia' convinta al 90% allora si puo' lavorare sul 10% che manca, ma se lei e' convinta al 20% o meno, fai attenzione perche' rischi di spostare in Australia una situazione che a lungo andare finira' per esplodere e non vivrete bene in Australia, l'Italia e' comunque bellissima, si puo' sempre pensare al piano B, sfruttare le occasioni che voglio credere l'Italia e' ancora in grado di dare
    Allora in bocca al lupo!
  4. L'avatar di ANDREW76
    Grazie Maverinick, io trovo utile anche ogni singola parola che voi scrivete e vi ringrazio, anche un commento negativo servirebbe, anzi nella vita ho imparato che si cresce con le esperienze negative, se tutto fosse ed andasse liscio probabilmente nessuno di noi avrebbe problemi di esistenza. Tu giustamente parli di un piano B.... Non ci crederai ma nella situazione mia e di mai moglie, due dipendenti statali non possono ave altri piani, mi spiego meglio; non posso fare un secondo lavoro, vengo trattato come l' ultimo degli ultimi, vivo in un luogo dove abusi edilizi e soprusi della gente ignorante fanno si che sono tra i pochi a pagare le tasse allo stato e al comune che continuamente è' in debito e dove i suoi impiegati si dividono i premi per aver governato bene!!!!!! Ma scherziamo!!!! È lo Stato mi dice che forse prenderò una pensione pari al 40 % del mio attuale stipendio.... No mi dispiace l' Italia era bella, il mare la montagna, il cibo ma le mie figlie non mangeranno ne sassi, ne sabbia, nella loro vita hanno bisogno di altro... di rispetto dell' ambiente degli animali e della dignità che questo Stato non può più offrire. la percentuale di mia moglie si sta alzando ma credo sia già ad un buon 60/70%.... Lavorerò duro ma alla fine c'è la faro'!
  5. L'avatar di Maverinick
    Pero' dai siete in due e tutte e due con un lavoro, e pure statale quindi comunque posto fisso abbastanza sicuro e buono stipendio anche se fermo al 2002, certo meglio di tanta gente che emigra perche' ha perso il lavoro. Io questo intendevo come piano B, ma davvero vale la pena in Australia a fare i disoccupati piuttosto che in Italia sia tu che tua moglie con posto fisso? Ognuno fa' le sue scelte, ma pianificate bene il tutto, perche' la vostra situazione in Italia non sembra cosi male, ho letto di molto peggio
  6. L'avatar di impaziente78
    scusa Maverinick,di solito sono sempre daccordo su quello che dici,ma qui non si tratta solo di voler emigrare perchè non si ha un lavoro,è vero rispetto ad altri siamo fortunati, ringrazio Dio e di essermi sempre rimboccata le maniche,se oggi ho una casa e due figli meravigliosi e lavoriamo entrambi, il problema è risolto momentaneamente,perchè andando avanti con il tempo,andremo sempre peggio, e i nostri figli cosa faranno??? li dobbiamo mantenere noi con il 40% della pensione che lo stato intende darmi per aver lavorato e sputato sangue un'intera vita??? tu mi dirai ma nn puoi sapere che andrà a finire cosi',come non ho la certezza che accada esattamente il contrario, e allora perchè aspettare che tutto ciò si avveri??!! meglio prevenire che curare diceva qualcuno!!!! il tempo e l'Au nn aspettano noi,gli anni passano e se non tentiamo ora, perderemo il treno, e poi hai voglia a piangere...
  7. L'avatar di impaziente78
    cmque concordo con te che bisogna pianificare bene il tutto.....vedi....siamo sulla stessa lunghezza d'onda...
  8. L'avatar di ANDREW76
    Giusto, non farti ingannare dal doppio stipendio, vuoi che ti dica esattamente le spese mensili? O le tasse che pagò mensilmente, 730, IVA, gasolio, bollì assicurazioni, credimi Maverinick ma se avessi una famiglia potresti capire meglio.... Ti faccio un piccolo esempio... In una settimana tra pediatra privato, farmacia e visite ho speso 450 euro..... Ti sembra normale? Perché in ospedale sono il solo a pagare il ticket e il pediatra mi ha confermato che arriva la gente con i Mercedes 5000 che risulta esente? Ip lavoro nella Polizia di Stato, 16 anni di strada, di cui 6 passati a Torino, 13000 euro di spese tra treno ed aereo, perché mi stavo finendo casa ( regolare non abusiva!!!) ho la schiena appezzi, il collo da buttare e ci prendono a pesci in faccia.... In Australia stai certo che il disoccupato non lo farò, ma non voglio neanche diventare ricco, voglio solo i miei diritti di essere umano. E come dice Impaziente pianificare bene si ma vivere poi con un grande rimorso assolutamente no!
  9. L'avatar di ANDREW76
    A dimenticavo il tutto poi lo sto facendo per le mie figlie.... ormai in Italia due generazioni future sono bruciate per lavoro e istruzione.... Se avessi i figli forse avresti anche tu la stessa rabbia nostra.
  10. L'avatar di impaziente78
    credo che Maverinick voglia mettere sul piatto della bilancia i pro e i contro....ed è giusto.....perchè una volta fatte le scelte bisogna portarle fino in fondo, si uno che non ha figli non può capire le paure di un genitore,ma uno che non ha figli ed è al di fuori a volte vede le cose un pò meglio e capisce dove uno sta sbagliando secondo me, noi da genitori e magari iperprotettivi certe cose non le vediamo,siamo troppo accecati dall'amore...quindi abbiamo bisogno di critiche e/o consigli anche da parte di chi non ha figli...serviamo noi a loro e loro a noi......
  11. L'avatar di ANDREW76
    Si vero ma per toglienti un dubbio basta poco... Allora io ho 37 anni... Diciamo che dal momento del voto 18 anni ne sono passati 19.... Vi risulta che in Italia si sia migliorato qualcosa o solo e sempre i politici ci prendono in giro con le famose parole... Competitività, legalità, riforme, meno burocrazia... Di temi dove è quando hanno fatto qualcosa.... Nell' ultimo ventennio e ve ne sarò grato. o la vedo così l' Italia e' finita e io non voglio finire.... Ne tantomeno chi ho messo al mondo.
  12. L'avatar di Petrus
    Fai bene a partire ora. Il trasferimento richiede denaro, molto denaro, e anche tempo. E tirare fuori soldi aspettando mesi quando si rimane "a piedi" col lavoro è un tantino impossibile.
    E' come un salto: meglio farlo prima che il trampolino crolli sotto i piedi piuttosto che dopo, no?
  13. L'avatar di impaziente78
    si si Andrew io la penso come te......capisco e nn mollero' mai l'obiettivo di andarmene da qui, e me ne andro',non ho molto tempo e quello che mi rimane non voglio sprecarlo e credo che anche tu faccia bene ad accelerare i tempi,dicevo solo che a volte siamo talmente presi dalla voglia di proteggere i nostri cari che non ci accorgiamo se facciamo o ci muoviamo nella direzione sbagliata...e quindi ricollegandomi al discorso che dicevi tu,bisogna ascoltare consigli positivi e negativi......
  14. L'avatar di ANDREW76
    Petrus tu sei già in Oz giusto? Lo so ma il problema non sono i soldi anzi, anche investire 15 o 20 mila euro non dovrebbe essere un problema, il futuro e l'amore per le mie figlie non ha prezzo. Giusto il paragone del trampolino, mia moglie infatti dice che se dovesse trovarsi alle strette partirebbe subito, ma come dici te, se non hai più ili trampolino sotto..... Puoi prendere tutta la rincorsa che vuoi.....
  15. L'avatar di Friedafri86
    Mia mamma ha commesso più o meno lo stesso sbaglio: quand'ero piccola, le era stata offerta la possibilità di trasferirsi in Svizzera, ma per timore nei confronti di me e di mia sorella, e vista la sicurezza economica e professionale che almeno lei aveva e che per fortuna ha anche oggi, ha rinunciato a quest'opportunità...il risultato? Tanti traumi a causa del sistema d'istruzione italiano che secondo me è pessimo, mia sorella si è trasferita già da qualche mese a Londra ed io sono da anni che cerco un lavoro serio senza trovarlo nonostante in passato abbia avuto diverse esperienze lavorative in settori diversi ( i pochi lavori "seri" che mi sono stati proposti li ho dovuti rifiutare a causa delle condizioni inacettabili che mi erano state proposte). Quindi è da anni che mi ritrovo a fare 1926 lavoretti diversi in cui nella maggior parte dei casi sono sfruttata. Mio moroso invece, nonostante abbia un'attività che marcia veramente bene, è talmente sommerso dalle tasse che gli converrebbe andare a fare il barista.
    Morale della favola: sarebbe stato meglio se mia mamma avesse deciso di trasferirsi con noi già anni fa, ora molto probabilmente avremmo un'istruzione migliore e soprattutto un lavoro. Mi sembra che ormai per quelli della mia generazione e quelli delle generazioni successive, l'unica possibilità sia quella di trasferirsi all'estero...quindi scappate con i figli via di qui!!!!!! ;-P All'estero avranno sicuramente molte più opportunità!!! In Italia ormai c'è una situazione di stallo che non permette a chi ha voglia di fare, di sviluppare le proprie capacità! Anzi, se uno dimostra di avere volontà viene preso per scemo e sfruttato ancora di più!
    Buona fortuna! :-)
  16. L'avatar di ANDREW76
    Giusto giustissimo, probabilmente noi italiani abbiamo una marcia in più, sappiamo per volere e per dovere districarci in ogni situazione, ma qui non siamo apprezzati, siamo un po' tutti considerati un numero, statali o privato e' lo stesso, sei statale ti tengono al minimo... Sei privato ti tartassano fin all'osso!!!! Però cardinali, banchieri e imprenditori di un certo calibro possono permettersi di evadere, di avere sconti dal fisco ecc...e l' italiano abbozza in silenzio... Ma qui non c'è' più tempo.. Per noi è i nostri figli, quindi via!!!!!! È spero e credo che il tempo mi darà ragione.
  17. L'avatar di Maverinick
    " ... ha rinunciato a quest'opportunità...il risultato? Tanti traumi a causa del sistema d'istruzione italiano che secondo me è pessimo ... "

    Scusa Friedafri86, una domanda che e' d'obbligo, ma sei andata all'Universita', ti sei fatta il mazzo per avere quello che volevi e alla fine ti sei laureata? perche' se non e' cosi, dai non diamo tutta la colpa al mancato trasferimento in Svizzera che tua mamma non ha fatto, siamo realisti e ognuno si prenda le sue responsabilita', le tue argomentazioni sono un po' leggerine, quello che vogliamo nella vita ce lo conquistiamo e con tanta fatica lo otteniamo, in Italia o all'estero, senza offesa
  18. L'avatar di Friedafri86
    Scusa non mi sono spiegata bene ;-) intanto non voglio dare assolutamente tutta la colpa a mia mamma, anzi lei è una grande e 15-20 anni fa poteva essere difficile prevedere che la situazione economica italiana sarebbe precipitata così come lo è oggi.
    Per il mio settore in Italia non c'è ancora nessun indirizzo universitario, cmq le qualifiche per poter lavorare le ho (riconosciute a livello europeo), e ho già una buona esperienza lavorativa di circa 10 anni (che all'estreo è stata apprezzata e riconosciuta)...è qui che nonostante ciò, tendono a sfruttare.
    Cmq il mio sogno è proprio quello di lavorare in Australia per un anno con il whv (partirò con mio moroso a gennaio/febbraio 2014), in modo da migliorare l'inglese, poi dare l'esame IELTS e iscrivermi all'università visto che là esiste tale indirizzo
    Spero solo che i miei piani si riescano a realizzare!
  19. L'avatar di ANDREW76
    Vai vai e vai, provate tenete duro, magari ci sarà qualche rospetto da ingoiare sicuramente,ma poi ne trarrete tutti vantaggi. Non vi scoraggiate e guardate al futuro vostro! Non smettete di sognare perché se non si sogna non si hanno obiettivi e senza obbiettivi si muore. Forse anche io andrò giù verso gennaio febbraio del 2014, in bocca al lupo Friedafri86!
  20. L'avatar di miniello84
    Mi unisco anche io al gruppo "mariti che cercano di convincere le propri mogli ad emigrare, per il bene dei propri figli".
    Entrambi abbiamo 29 anni, ma non abbiamo ancora figli, non perchè non vogliamo farli, ma perchè QUI IN ITALIA NON POSSIAMO FARLI.
    Personalmente penso che sia un comportamento molto egoistico, data la nostra situazione altalenante (commercio), mettere al mondo un bambino a cui non puoi dare quello che hai avuto tu alla loro età.
    Non voglio emigrare in Australia per mio sfizio personale, per farlo devo imparare l'inglese, lì devo studiare da 0 dopo che ho smesso di farlo da oltre 10 anni, devo imparare le tradizioni del loro popolo e forse cambiare radicalmente le mie abitudini, no cari amici, se si fa tutto ciò, lo si fa SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per il futuro dei figli.
    La vera batosta, sta nel far capire alle mogli che devono staccarsi dal loro "nido familiare", che è quello di appartenenza alla loro prima famiglia, i suoi genitori e fratelli\sorelle!
    L'Italia sotto questo aspetto è una cultura di mierda, siamo troppo troppo troppo abituati a stare con i nostri cari fino all'età di 30 anni circa.
    L'italiano medio, oltre alle vacanze fighette di qualche settimane ad Ibiza\Grecia o menate simili, non fa mai una vera esperienza fuori, una di quelle che ti fanno capire come gira realmente il mondo.
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Trackbacks

Total Trackbacks 0
Trackback URL:

#