Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza - Blogs - Australianboard community - Forum di italiani in Australia
View RSS Feed

Antonio L

Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza

Rate this Entry
Ciao amici, oggi volevo condividere con voi un argomento su cui c'è davvero tanta confusione e su cui si sentono molte cose errate : l'[B]Assicurazione Sanitaria Australiana.[/B]

Sebbene i turisti Italiani siano coperti dal servizio sanitario nazionale australiano grazie a degli accordi bilaterali, il ministero degli esteri consiglia di stipulare un'assicurazione.

[B]Prima di partire[/B]
Se sei cittadino italiano o australiano e ti devi recare in Australia per motivi di lavoro, prima di partire chiedi alla tua Azienda Sanitaria Locale (ASL) di appartenenza una attestazione di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) per poter beneficiare dell’assistenza sanitaria, limitata alle sole prestazioni urgenti per i primi sei mesi (Circolare 24 settembre 1988).

Per il periodo superiore ai sei mesi o per integrare l’assistenza sanitaria nei primi sei mesi, si applicherà il DPR 618/80, pertanto prima della partenza ti devi recare presso la tua ASL e richiedere l’attestato ex art. 15 del D.P.R. 31 luglio 1980, n.618.

[B]Durante il soggiorno[/B]
Se tu o i tuoi familiari a carico doveste avere bisogno di cure mediche, presentando, all’ospedale pubblico o alla struttura convenzionata, l’attestazione di iscrizione al SSN, avrete diritto a tutte le cure urgenti per non più di sei mesi, prorogabili solo in caso di continuazione di malattia. Le prestazioni sono gratuite, salvo il pagamento dell’eventuale ticket o di altra partecipazione alla spesa, che sono a tuo diretto carico e non sono rimborsabili.

Per il periodo superiore ai sei mesi o per integrare l’assistenza sanitaria nei primi sei mesi, si applicherà il DPR 618/80 e pertanto usufruirai dell’assistenza sanitaria in forma indiretta, ovvero anticipi le spese, conservi le fatture e l’eventuale documentazione sanitaria, in originale, per poi richiedere il rimborso al Ministero della Salute - Direzione Generale per i Rapporti con l’Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio VI, Sezione distaccata presso Ministero degli Affari Esteri, Piazzale della Farnesina, 1 – 00194 ROMA, tramite Ambasciata o Consolato italiani all’estero territorialmente competenti, entro tre mesi dalla data di effettuazione dell'ultima spesa correlata ad un singolo evento morboso. Consulta: Assistenza sanitaria Paesi non in convenzione

Se non sei cittadino italiano o australiano ma sei iscritto al SSN, potrai riceverel’assistenza sanitaria all’estero, in forma indiretta, pertanto dovrai anticipare i costi delle prestazioni e richiederne il rimborso alla ASL di appartenenza una volta tornato in Italia. Prima della partenza devi richiedere alla tua ASL l’attestato ex art. 15 del DPR 31/7/80, n.618.

[B]ATTENZIONE[/B]

Se ti rechi in Australia per un datore di lavoro australiano e pertanto non versi i contributi in Italia, l’assistenza sanitaria è a carico dello Stato ove svolgi la tua attività lavorativa.

[B]DA SAPERE[/B]

Se il soggiorno all’estero supera i 30 giorni, la tua ASL provvederà a sospendere il medico di famiglia, come previsto dalle norme in vigore. Al rientro in Italia, alla scadenza prevista o in anticipo rispetto alla stessa, è necessario che ti rechi presso la tua ASL per ripristinare il rapporto con il medico di fiducia (Circolare 11 maggio 1984) o effettuare una nuova scelta del medico.

In caso di rientro saltuario in Italia, hai diritto alle prestazioni incluse nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) garantite alla generalità dei cittadini, presentando alla ASL l’attestato ex art. 12 del D.P.R. 31 luglio 1980, n.618.

In particolare, qualora la brevità del rientro risulti incompatibile con i tempi previsti per la reiscrizione nell’elenco degli assistibili del proprio medico di fiducia, hai diritto all’assistenza medico-generica e pediatrica attraverso il sistema delle visite occasionali ed i servizi di guardia medica con oneri a tuo carico, per i quali potrai richiederne il rimborso.

Al momento del rientro definitivo dall’estero, dovrai andare presso la tua ASL e scegliere il medico di fiducia che potrà essere, se disponibile, lo stesso che avevi al momento della sospensione.

[B]SE NOLEGGIATE UN'AUTO[/B]

L'assicurazione danni a terzi è obbligatoria (come in IT) e poi non sarebbe male integrare un'assicurazione che copra eventuali danni al mezzo, questo perché le distanze sono molto grandi quindi meglio stare sicuri!

Spero di aver fatto chiarezza.

Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to Facebook Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to Twitter Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to MySpace Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to Google Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to Yahoo Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to Digg Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to del.icio.us Submit "Assicurazione Sanitaria in Australia, facciamo chiarezza" to StumbleUpon

Updated 16th October 2013 at 08:12 by Valerio

Categorie
Blog di italiani in Australia

Commenti

  1. L'avatar di miniello84
    Ciao Antonio
    In merito alla sezione "Durante il soggiorno", stai dicendo che se alla fine dei primi 6 mesi di soggiorno, senza un'assicurazione sanitaria, dovessi incappare in qualche problema (facendo scongiuri) alla mia salute, che mi costerebbe diverse migliaia di dollari da anticipare (non avendo assicurazione), lo stato italiano mi rimborserebbe?
    E da quello che mi sembra di capire leggendo il tuo articolo, se stò lavorando in Australia, al termine dei 6 mesi, e non stò pagando contributi previdenziali in Italia, la stessa non sarebbe responsabile del rimborso? E quindi rimbalzando la palla all'Australia, No Healt Insurance, No Party!
    Giusto?
  2. L'avatar di angel.faby
    Salve Antonio e Miniello84 io ammetto che ne so meno di voi e infatti Devo proprio dire grazie ad Antonio per le informazioni che ha dato, anche perchè se vai alla Asl non ti dicono mai nulla.. ma alla fine della storia com'è per gli altri sei mesi ?? Ciao ragazzi.. un saluto da bibbi peace and love
  3. L'avatar di Antonio L
    Ciao Angel Faby, per gli altri sei mesi devi fare un'Assicurazione Sanitaria oppure esci dall'Australia e rientri, in modo che hai altri 6 mesi di copertura gratuita. Ad ogni modo non rimanere mai senza perché gli ospedali sono molto costosi (molto nel vero senso della parola)
  4. L'avatar di VeronikaPss
    Ciao a tutti
    Grazie Antonio per le informazioni mi hai schiarito le idee ma avevo una cosa da chiedere in quanto sento molte persone che me lo dicono.
    Ho letto che la ASL provvederà a sospendere il medico di famiglia, io starò via un anno, e mi è stato detto che devo recarmi io alla Asl a sospendere il mio medico di famiglia. Ci devo pensare io o è una cosa automatica?

    Grazie mille
    Buona giornata a tutti

Trackbacks

Total Trackbacks 0
Trackback URL:

#