Portale Italiani in Australia - Vivere in Australia - Daniel Cecconello: "Mi rimetto in gioco"
  • Vivere in Australia - Daniel Cecconello: "Mi rimetto in gioco"

    "Via dall'Italia per ritrovare me stesso"


    "Non avevo più soddisfazioni nella mia terra. Per questo sono partito".

    Daniel Cecconello si è rimesso in gioco a 36 anni. Appena un mese fa, ha fatto le valigie e lasciato la sua casa di Padova alla volta dell'Australia, dove ora ha intenzione di rimanere il più a lungo possibile.

    "La prima volta che vidi l'Australia fu nel 2002, da turista. Dopo un breve viaggio in Nuova Zelanda, visitai Melbourne, Perth e Sydney. Me ne innamorai.
    Ma ad aprile scorso decisi di tornare con un obiettivo diverso. Volevo mettere radici."

    img_2578-jpg

    I primi passi nel nuovo continente, Daniel li ha fatti con l'aiuto di Australianboard.

    "Avendo superato il limite di età per poter entrare nel paese con il Working Holiday Visa, sono arrivato a Sydney con un visto da studente. Lasciando l'Italia ero molto positivo e carico di speranze, ma - come tanti all'inizio - anche spaesato. Lo staff di Australianboard mi ha aiutato molto in questo. Sono rimasto stupito della loro praticità e disponibilità: mi hanno supportato in tutto, persino nella scelta della scuola. Ma soprattutto mi hanno ascoltato e questo è importante per chi come me si trova improvvisamente catapultato in un nuovo mondo."

    Daniel oggi vive a Leichhardt, un tranquillo quartiere di Sydney. Studia di giorno e di tanto in tanto, alla sera, lavora in un ristorante della città per mantenersi.
    Ma in Italia già navigava esperto nel mondo del lavoro da anni. La profonda crisi economica che sta attraversando il suo Paese è stata una delle cause che lo ha spinto a intraprendere con coraggio un cambio di vita così radicale.

    "Quando sono partito mi trovavo in una situazione di stordimento, avevo perso i miei punti di riferimento. Era cessata la mia attività nel settore funerario e ne avevo già venduta un'altra in campo edilizio. La mia terra non mi dava più soddisfazioni, dovevo andarmene. Mio padre ha appoggiato la mia scelta, mia madre aspetta che io torni a casa. Ma io non ne ho alcuna intenzione, per ora."

    img_2574-jpg


    L'Australia sembrava il posto più adatto per ricominciare.

    "Era il paese giusto per me - continua Daniel - Multietnico, in fase di crescita, innovativo. Non hai importanza da dove vieni, ti viene data una possibilità se sei una persona valida. Inoltre qui esiste ancora l'opportunità per l'uomo di vivere a stretto contatto con la natura. Trovo sia una cosa molto bella.
    E' poco tempo che sono qui, è vero. Ma a differenza di altri, ho già le idee chiare. Sono arrivato con un progetto nella mente: studiare bene l'inglese, una lingua che ho sempre amato, per poter restare qui ed affermarmi un domani nel mondo del lavoro. Mi piacerebbe aprirmi un'altra attività nel settore funerario o nell'edilizia, come quelle che avevo in Italia. Oppure ricoprire un ruolo di responsabilità all'interno di un'azienda: poter crescere con essa ed avere delle gratificazioni personali ed economiche. Quelle che non sono più riuscito ad avere nel mio paese, per via della crisi".

    D'altra parte, lo spirito da viaggiatore Daniel lo ha sempre avuto.

    "Già a vent'anni volevo viaggiare. Questa voglia si è trasformata poi in una necessità: oggi sono molto arrabbiato con il mio paese per questo, lo ammetto. Tuttavia ritengo sia sempre importante viaggiare, ti apre la mente. Quando avrò maggior padronanza della lingua e più stabilità con il lavoro, mi piacerebbe girare meglio anche l'Australia.
    E poi, insomma, abbiamo un mondo a disposizione… Cerchiamo di sfruttarlo!"

    [CENTER]

    Vi è piaciuta l'intervista a Daniel? Vi siete riconosciuti nella sua storia?
    Raccontateci la vostra esperienza in Australia, scriveteci se volete essere intervistati.
    Siamo curiosi di conoscervi!
    [/CENTER]
    Commenti 10 Commenti
    1. L'avatar di alexio 79
      alexio 79 -
      Ciao ! Mi presento . 34enne qualifica infermiere attualmente 'nonoccupato' domanda . Mi volete in Australia??)) è da diverso tempo che penso a come 'cambiare aspetti sul fronte lavoro . Ho provato , ho avuto opportunità con timer e alla fine scade il contratto e si riparte con uno nuovo e succede la stessa cosa .. e non sempre si trova qualcosa nell immediato . Ho pensato ad una bella soluzione . Si chiama Australia . Documentato su clima e su stile di vita penso che ci siamo i presupposti per riflettere MOOLTO seriamente sul fare la 'valigia' aspetti lavorativo. Da infermiere credo a quanto capito, di far parte della famosa lista per ottenere un visto di permanenza . Aspetti lingua. base base di inglese, questo credo possa essere un problema non da poco da affrontare . Chiedo solamente consigli , sul come muovermi per poter organizzare al meglio il tutto , a chi rivolgermi, studi legali , agenti o fare da solo .. ciao ! Aspetto notizie !
    1. L'avatar di stefania71
      stefania71 -
      ciao Alessio anch io sono infermiera con un aspettativa di sei mesi a partire da Ottobre. Australian board è più che altro una sicurezza. paghi e loro si occupano del visto, assicurazione e scuola. si può partire con un turistico e poi cambiarlo ma non ho capito bene se bisogna aspettare tre mesi per cambiarlo in student. se così fosse a me conviene partire con lo student perchè tre mesi senza lavoro non posso stare.
      restiamo in contatto se ti va. il mio cognome è giustiziero. fb
    1. L'avatar di kappadem
      kappadem -
      Ciao, sono Giuseppe,ho 57 anni e se ho capito bene se volessi trasferirmi in Australia per lavoro non potrei farlo?
      visto che daniel parlava di superamento di età per entrare con il Working Holiday Visa.
      Se ho capito male vi pregherei di spiegarmelo meglio.
      Io sono un cuoco e sono stufo del mio paese lavori come un matto per poi pagare solo tasse e restare con un pugno di mosche nella mano. Vorrei sapere se è possibile, alcune regole per potersi trasferire.
      Ciao e grazie.
    1. L'avatar di Maverinick
      Maverinick -
      Il whv si puo' richiedere solo fino ai 31 anni, oltre questa eta' devi guardare per uno student visa oppure un visto permanente
    1. L'avatar di Petrus
      Petrus -
      Quote Citazione della risposta di Maverinick Visualizza il messaggio
      ...devi guardare per uno student visa oppure un visto permanente
      Negativo: il visto permanente (lavorativo) viene concesso al massimo fino a 49 anni. E lo student, dato che non puoi poi accedere al permanent, è inutile.
    1. L'avatar di Maverinick
      Maverinick -
      Petrus devi fare il Migration Agent
    1. L'avatar di Petrus
      Petrus -
      L'unica possibilità a 57 anni, se sei molto in gamba, è lo sponsored visa.

      [COLOR="silver"][SIZE=1]- - - Updated - - -[/SIZE][/COLOR]

      Quote Citazione della risposta di Maverinick Visualizza il messaggio
      Petrus devi fare il Migration Agent
      E dai, facevo finta di essere serio io...
    1. L'avatar di Maverinick
      Maverinick -
      Quindi come entra in Australia a 57 anni? Student e poi cerca una sponsor?
    1. L'avatar di Antonio Alberga
      Antonio Alberga -
      Quote Citazione della risposta di Maverinick Visualizza il messaggio
      Il whv si puo' richiedere solo fino ai 31 anni, oltre questa eta' devi guardare per uno student visa oppure un visto permanente


      Ciao ma pe ril visto permanente c'è una sezione dedicata dove reprire tutte le info oppure puoi fornirmene tu grazie anticipatamente
    1. L'avatar di Maverinick
      Maverinick -
      Il Forum e' diviso per sezioni e poi per singole discussioni, sul visto permanente trovi tutto facilmente
  • Iscriviti alla Newsletter di Australianboard Community

    Inserisci la tua email:

    Resta sempre aggiornato in tempo reale!

#