Una immane tragedia... Una immane tragedia...
Visualizzazione dei risultati da 1 a 8 su 8

Discussione: Una immane tragedia...

  1. #1
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,813
    Potere di voto
    197

    Predefinito Una immane tragedia...

    ...quella che sta colpendo il Nuovo Galles del Sud e l'Australia in generale.
    Sarebbe molto bello avere notizie da chi vive in questi posti colpiti dalle fiamme e da chi, purtroppo, sta vivendo direttamente questo dramma.

    Seguo tutti i giorni le notizie che ci danno i telegiornali ma non si riesce a capire se le cose sono in miglioramento o sono stazionarie se non in peggioramento.

    Spero in qualche risposta tranquillizzante.
     

  2. #2
    Jr.Member
    Cittadino in
    Australia
    Iscritto dal
    25 Sep 2019
    Luogo
    Melbourne
    Interventi
    51
    Potere di voto
    6

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    Tutto quello che posso dire e' che ci incendi ci sono sempre stati da tanti anni e ci saranno gli anni a venire quindi non capisco perche' la chiamano emergenza.
    Prendo spunto dai terremoti che avvengono in Giappone e da come vengono affrontati con studi, case costruite adatte, educazione scolastica e programmi preventivi e di assistenza attivi tutto l'anno.
    Secondo me dovrebbero evitare di costruire nelle zone a rischio ma si sa che ogni anno viene arrestato qualche ubriaco o drogato nullatenente che appicca i fuochi di proposito, si dice in giro per liberare nuove aree per costruire.
     

  3. #3
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,813
    Potere di voto
    197

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    Sono d'accordo con te, ma da quello che vediamo e che raccontano i telegiornali qui in Italia questo non sembra il/i solito/i incedio annuale/i. Sono morti milioni di animali e sono bruciate (per il momento) foreste pari alla superficie dell'Islanda.
     

  4. #4
    Jr.Member
    Cittadino in
    Australia
    Iscritto dal
    25 Sep 2019
    Luogo
    Melbourne
    Interventi
    51
    Potere di voto
    6

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    Quote Citazione della risposta di giutor Visualizza il messaggio
    da quello che vediamo e che raccontano i telegiornali qui in Italia questo non sembra il/i solito/i incedio annuale/i
    Si infatti quest'anno gli incendi sembrano piu' grandi ma rimane evidente che il governo non ha MAI fatto niente dopo che gli incendi sono stati spenti, ogni anno la stessa "emergenza" di qualcosa si sa' ogni estate accade ma mai nessun programma di prevenzione o di aiuto programmato per gli agricoltori o famiglie che perdono tutto.
     

  5. #5
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,813
    Potere di voto
    197

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    Quote Citazione della risposta di italuzzie Visualizza il messaggio
    ..... il governo non ha MAI fatto niente dopo che gli incendi sono stati spenti, ogni anno la stessa "emergenza" di qualcosa si sa' ogni estate accade ma mai nessun programma di prevenzione .....
    come per esempio cominciare a limitare l'uso dei barbecue nelle zone a rischio...

    Sono rimasto molto perplesso quando a Melba Gully (una decina di chilometri in linea d'aria a sud dei 12 Apostoli) ho visto uno spiazzo proprio in mezzo alla foresta attrezzato con barbecue....

    Da noi assolutamente vietato accendere un qualsiasi tipo di fuoco nelle foreste.
     

  6. #6
    Jr.Member
    Cittadino in
    Australia
    Iscritto dal
    25 Sep 2019
    Luogo
    Melbourne
    Interventi
    51
    Potere di voto
    6

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    Quote Citazione della risposta di giutor Visualizza il messaggio
    come per esempio cominciare a limitare l'uso dei barbecue nelle zone a rischio...
    E limitare l'uso di drogati e ubriaconi che intenzionalmente appiccano gli incendi

    Sono rimasto molto perplesso quando a Melba Gully (una decina di chilometri in linea d'aria a sud dei 12 Apostoli) ho visto uno spiazzo proprio in mezzo alla foresta attrezzato con barbecue
    Purtroppo accade e continua ad accadere, manca proprio l'educazione sia familiare che scolastica.
    La maggior parte delle persone sono consapevoli e rispettano le regole ma purtroppo ci sono le mele marce che andrebbero eliminate.
    Anni fa ho partecipato ad una gita organizzata e mentre le guide ci "istruivano" circa il pericolo di incendi e come comportarsi, proprio a pochi mentri piu' in la' un'incendio provocato da un coglione che non poteva fare a meno di fumare.... persone malate mentali che non si possono piu' curare.

    Anche ieri ed oggi 16/01 il cielo e' coperto come non si era mai visto prima, sembra come una nebbia.
     

  7. #7
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,813
    Potere di voto
    197

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    [QUOTE=italuzzie;99258

    Anche ieri ed oggi 16/01 il cielo e' coperto come non si era mai visto prima, sembra come una nebbia.[/QUOTE]



    Per il resto... ogni commento superfluo anche se, a parte i dementi ubriachi.. drogati ecc... credo che anche con la massima attenzione, quando accendi una fiamma (barbecue) in mezzo a sterpaglia secca, un po di vento, una piccola scintilla che svolazza e il gioco fatto...

    Barbecue si (sono bellissimi e caratteristici) ma solo in spazi aperti e super-sicuri
     

  8. #8
    Jr.Member
    Cittadino in
    Australia
    Iscritto dal
    25 Sep 2019
    Luogo
    Melbourne
    Interventi
    51
    Potere di voto
    6

    Predefinito Re: Una immane tragedia...

    L'anno prossimo avremo lo stesso problema, non si puo' evitare perche' e' il tipo di erba che cresce che diventa come una paglia resinosa e sopratutto gli alberi che sono resinosi, quando arriva il caldo basta un niente per far partire il fuoco, poi il vento fa il resto.

    E' un discorso finanziaro cioe' devono stanziare soldi ogni anno, io da ignorante proporrei di stabilire delle basi di emergenza stazionate dai pompieri con cisterne d'acqua sotterranee e pompe che possono pompare l'acqua in caso di incendi.
    Sarebbe un progetto costoso considerando che l'acqua scarseggia ma che darebbe anche fastidio a chi vuole il territorio bruciato per poi volerlo dichiarato abitabile.
    Ma come ho detto e' un'idea da ignorante ma almeno cerco di trovare una soluzione mentre il primo ministro era in vacanza con la famiglia.......
     

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

#