italiani VS australiani italiani VS australiani - Pagina 3
Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 76

Discussione: italiani VS australiani

  1. #41
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,790
    Potere di voto
    194

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    "...con 500 euro te ne vai a londra in aereo e ti paghi una stanza finchè non trovi un lavoretto..."

    che lavoretto? Ti paghi una stanza dove?

    Mi dicono i ragazzotti che anche la non se la passano come qualche anno addietro... La crisi, un po, è arrivata anche laggiù...
    Diciamo che sopravvivi... forse meglio che qui se non altro per il sistema sociale e per la serietà (o pseudo-serietà ) dei loro governanti...

    Parli di arroganza... arroganza verso chi? Cosa intendi?

    Bob, spero che avremo l'opportunità di scambiare due parole di persona.. e ti accorgerai che il mio pensiero e molto, ma molto simile al tuo . Solo che forse gli anni che ci separano, giocano, in questo caso, a mio favore per l'esperienza e la razionalità di ragionamento... . Tu sei me 15 anni fa... .
     

  2. #42
    Hero Member L'avatar di bobsburger
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    19 Feb 2011
    Luogo
    Western Australia
    Interventi
    556
    Blog Entries
    5
    Potere di voto
    76

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    stanza a londra http://www.spareroom.co.uk/flatshare...D177142425%26&

    sono 165 euro a settimana, con 500 euro ti ci paghi biglietto di andata e due settimane di vitto e alloggio.
    In due settimane un lavoretto lo trovi, senza se e senza ma. Lo si trova anche in italia, giusto per mantenersi e poi te la giochi.

    Ribadisco, chi vuole va chi non vuole manda. Se uno veramente vuole migliorare la propria vita può trovare una strada in qualsiasi modo.

    Ma daltronde guarda, basta guardare i dati dei 457 australiani https://www.immi.gov.au/media/statis...2014-03-31.pdf PAGINA 6
    guarda in quanti indiani sono stati sponsorizzati lo scorso anno. Secondo te quelli ce l'avevano 500 euro in tascaquando sono arrivati in australia? o quelli del nepal, delle filippine, i cinesi...

    Ma il messaggio che mandi a chi legge è un messaggio di sconforto, quando in realtà al mondo sevuoi devi andare avanti devi sgomitare, tu a tuo figlio che cosa gli diresti, vai e proval'impossibile o resta qua e muori dentro? A trent'anni devi avere la voglia di mangiarti il mondo non quella di farti sottopagare e morire dentro. Ovviamente bsogna essere concreti. Ovviamente se hai solo 500 euro intasca è piu difficile. Ma se ci sono quelli che scendono dai villaggi del nepal e vengono sponsorizzati non penso sia un mestiere impossibile per gli italiani...

    tho qua c'è un altro report ufficiale https://www.immi.gov.au/media/statis...am-2012-13.pdf
    a pagina 5 trovi leprime 10 nazioni da cui vengono gli immigrati che poi rimangono qua in australia... avete presente cosa c'è nel vietnam?? paludi e malattie... e questi riescono a svoltare la vita... gli italiani invece vengono in australia e se ne tornano via quando è il momento di fare la farm... bha...

    queste altre statistiche sono ancora piu deprimenti... https://www.immi.gov.au/media/statis...rs/setdatb.htm
    ci sono più kenioti che arrivano qua come skilled che italiani!!!!!!!!!!!! I numeri parlano chiaro...

    ma dov'è sto genio italico... ma dov'è st'impossibilità di emigrare... ma per favore non raccontiamo favole...
    Alla fine rimarranno due categorie: chi chiede informazioni e sogna un futuro che non avrà mai e chi sta qua a lamentarsi del futuro che non è stato capace di ottenere. Per questo vi saluto e vado via.

  3. #43
    Hero Member L'avatar di Petrus
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    15 Dec 2012
    Luogo
    Geelong, Victoria.
    Interventi
    2,438
    Potere di voto
    261

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Guarda, giusto ora torno da un pub, appena siamo arrivati due itaGliani sui 30/35 anni, quindi non dei pupi di primo pelo, ci hanno avvicinato e si son messi a lamentarsi del fatto che il governo australiano "Vuole solo soldi dagli immigrati"
    Io: "In che senso, perché dici così?"
    Lui: "Beh, per l'esame dell'inglese! Quello scade dopo due anni!".
    Io: "Si, va beh, dura due anni ma tanto, una volta preso il visto...".
    Lui: "Eh, ma io sono due volte che lo do, il mio amico dopodomani per la terza volta!".

    Me ne sono andato, perché avrei dovuto chiedergli "ma con che razzo di visto sei qui, alla tua età ancora temporaneo dopo più di quattro anni?".
    I soliti stereotipi di bamboccioni, vent'anni per gamba a trastullarsi davanti al tavolo del pub dopo anni che sono qui senza essersi fatti una vita, pronti a sputare me...lma sul governo che, nonostante tutto, ancora se li tiene sul groppone...
    E, ciliegina sulla torta, uscito di fuori a prendere una boccata d'aria, altro tavolo di itaGliani, stavolta sui vent'anni, 99% Working holiday.
    Cannone da tre metri di maria in bella vista, questo il dialogo che ho intercettato:
    -"Aò, ma tanto tra due mesi ritorno a casa, che me frega"
    -"Ma sei sicuro che non ti arriva a casa in Italia il conto?".
    -"No, ma figurate, ho dato l'indirizzo di qua all'ospedale, te pare che gli pago tutti quei soldi per l'ambulanza?".
    -"Beato te, io invece la multa mi sa che la dovrò pagare"
    -"Ma che te frega, non pagà, chi te trova più".

    Capito perché poi uno ha il dente avvelenato? Capito che bestie arrivano qui? E se vi sembrano ragazzi svegli questi, oppure ragazzi da "comprendere e da spronare" e non parassiti da abbattere a calci nel [email protected], boh, non so cosa dire se non, per favore, venite a riprenderveli...
     

  4. #44
    Hero Member
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    10 May 2013
    Luogo
    Sydney
    Interventi
    531
    Potere di voto
    70

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di Petrus Visualizza il messaggio
    ....
    -"Ma sei sicuro che non ti arriva a casa in Italia il conto?".
    -"No, ma figurate, ho dato l'indirizzo di qua all'ospedale, te pare che gli pago tutti quei soldi per l'ambulanza?".
    -"Beato te, io invece la multa mi sa che la dovrò pagare"
    -"Ma che te frega, non pagà, chi te trova più".
    ....
    Possibile che in Australia nessuno abbia pensato di associare i debiti contratti dagli stranieri nei confronti dello Stato o di altri servizi pubblici al numero del passaporto di colui che ha usufruito del servizio (che, immagino, sia l'unico documento di identificazione che viene presentato all'atto dell'intervento da parte dell'ambulanza o dell'accettazione in ospedale)?

    In tal modo, quando il soggetto in questione si presenta in aeroporto per rientrare al paese natìo, scatta l'allarme e sale sull'aereo solo dopo aver saldato quanto dovuto.

    Se a un sistema del genere nessuno ci ha mai pensato, mando una e-mail al dipartimento dell'immigrazione e poi presento la EOI per il visto 189 come "Cash collector"... mi dovrebbero dare lo skill assessment e la cittadinanza ad honorem per via direttissima !

    [OT] colgo l'occasione per dirvi che la discussione è bella, interessante ed appassionata. Però non eccedete con la troppa passione e auto-moderatevi con i termini utilizzati, perché se i vostri bambini leggessero questo post ci troverebbero dentro un sacco di parolacce che non ho (volutamente) cancellato ... [FINE OT]
    Ultima modifica di Kuriatko; 17th June 2014 a 07:57
     

  5. #45
    Hero Member L'avatar di bobsburger
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    19 Feb 2011
    Luogo
    Western Australia
    Interventi
    556
    Blog Entries
    5
    Potere di voto
    76

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    eh come sei furbo... così lo chiamano il "ticket visa"
    ti fai fare una multa, non la paghi e rimani in australia a vita!!
    Alla fine rimarranno due categorie: chi chiede informazioni e sogna un futuro che non avrà mai e chi sta qua a lamentarsi del futuro che non è stato capace di ottenere. Per questo vi saluto e vado via.

  6. #46
    Hero Member
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    10 May 2013
    Luogo
    Sydney
    Interventi
    531
    Potere di voto
    70

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Si... a vita... ovviamente in una stanzetta dotata di sbarre alle finestre dalla quale ti è concesso uscire per circa un'oretta al giorno, così, giusto per prendere una boccata d'aria
     

  7. #47
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,790
    Potere di voto
    194

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Kuri, Negli Emirati, a Dubai, c'è una cosa del genere. Se per esempio sei in affitto, puoi andartene solo e soltanto dopo che il Proprietario di casa ha dato il nulla-osta a riguardo di quanto a lui dovuto. Non so se è la stessa cosa per una multa o un conto non pagato... ma sull'affitto è così.. .

    Bob, certamente che la cosa è fattibile ed è fattibile anche per i meno abbienti, ma non concordi che non è comunque una cosa semplice? Non è andar a prendere il caffè al BAR o andare a fare una partitina al casinò in Svizzera.. .
     

  8. #48
    Hero Member
    Mai stato
    Scozia
    Iscritto dal
    24 Mar 2013
    Luogo
    aaa
    Interventi
    578
    Potere di voto
    73

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Ne hanno parlato nelle news la scorsa settimana, una volta terminata la discussione sul budget credo che la cosa verrà discussa.
    In a world of universal deceit, telling the truth is a revolutionary act - George Orwell

  9. #49
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,790
    Potere di voto
    194

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    beh... la le cose le fanno funzionare...
    Sicuramente è un italiano che ha fatto la proposta... (Mo' Bob m'azzanna alla giugulare... hahahhaha.... )
     

  10. #50
    Jr.Member L'avatar di aussie_napoli
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    28 Jun 2013
    Luogo
    Napoli
    Interventi
    67
    Potere di voto
    21

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Ribadisco, chi vuole va chi non vuole manda. Se uno veramente vuole migliorare la propria vita può trovare una strada in qualsiasi modo.
    Bob condivido in pieno

    Ma daltronde guarda, basta guardare i dati dei 457 australiani https://www.immi.gov.au/media/statis...2014-03-31.pdf PAGINA 6
    guarda in quanti indiani sono stati sponsorizzati lo scorso anno. Secondo te quelli ce l'avevano 500 euro in tascaquando sono arrivati in australia? o quelli del nepal, delle filippine, i cinesi...

    Però tu sai bene che queste nazioni che hai nominato hanno un grande senso di comunità, nel senso che sono famiglie allargate e quindi spesso i primi tempi sono vissuti in casa di parenti e amici, cosa che noi italiani difficilmente accettiamo di fare.

    Ma il messaggio che mandi a chi legge è un messaggio di sconforto, quando in realtà al mondo sevuoi devi andare avanti devi sgomitare, tu a tuo figlio che cosa gli diresti, vai e proval'impossibile o resta qua e muori dentro? A trent'anni devi avere la voglia di mangiarti il mondo non quella di farti sottopagare e morire dentro. Ovviamente bsogna essere concreti. Ovviamente se hai solo 500 euro intasca è piu difficile. Ma se ci sono quelli che scendono dai villaggi del nepal e vengono sponsorizzati non penso sia un mestiere impossibile per gli italiani...

    quoto in toto riguardo il fatto che se vuoi riuscire nella vita devi importi per farti un avvenire. Mi lasci qualche piccolo dubbio circa i nepalesi ..............

    tho qua c'è un altro report ufficiale https://www.immi.gov.au/media/statis...am-2012-13.pdf
    a pagina 5 trovi leprime 10 nazioni da cui vengono gli immigrati che poi rimangono qua in australia... avete presente cosa c'è nel vietnam?? paludi e malattie... e questi riescono a svoltare la vita... gli italiani invece vengono in australia e se ne tornano via quando è il momento di fare la farm... bha...

    anche qui ho qualche piccolo dubbio soprattutto riguardo cinesi e vietnamiti. Qui viene trasmesso, e con grandissimo seguito televisivo, un programma fatto in Australia, da noi viene mandato in onda con il titolo di Airport Security, non vorrei sbagliare ma in Australia si chiama Border Security, e in tantissime puntate la stragrande maggioranza dei reati viene contestate proprio a cinesi e vietnamiti residenti e tanti anche con passaporto australiano per l'entrata illegale sia di droga sia di valuta. Vedi casi di residenti che non sanno una parola di inglese eppure viaggiano e hanno una regolare residenza in Australia. Tu come lo spieghi ??? Non so se ti sia capitato di vederlo mai, però, onde evitare ogni ....................malinteso è un programma prodotto li e quindi penso molto più veritiero di tanti stupidi reality. Io non sono convinto che questi abbiano tutti questi requisiti dal punto di vista professionale anzi credo che molti visti di sponsor nascondano un bel giro di soldi nel senso che vengono comprati da cinesi e vietnamiti che vogliono lasciare il loro paese. Questo non vuol dire che tutti siano così, è risaputo la voglia di lavorare e di imporsi dei cinesi in tutto il mondo, e quindi non vorrei generalizzare, però questo è un mio piccolo pensiero in merito.
    Ultima modifica di aussie_napoli; 17th June 2014 a 15:10
     

  11. #51
    Jr.Member L'avatar di aussie_napoli
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    28 Jun 2013
    Luogo
    Napoli
    Interventi
    67
    Potere di voto
    21

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di Petrus Visualizza il messaggio
    Guarda, giusto ora torno da un pub, appena siamo arrivati due itaGliani sui 30/35 anni, quindi non dei pupi di primo pelo, ci hanno avvicinato e si son messi a lamentarsi del fatto che il governo australiano "Vuole solo soldi dagli immigrati"
    Io: "In che senso, perché dici così?"
    Lui: "Beh, per l'esame dell'inglese! Quello scade dopo due anni!".
    Io: "Si, va beh, dura due anni ma tanto, una volta preso il visto...".
    Lui: "Eh, ma io sono due volte che lo do, il mio amico dopodomani per la terza volta!".

    Me ne sono andato, perché avrei dovuto chiedergli "ma con che razzo di visto sei qui, alla tua età ancora temporaneo dopo più di quattro anni?".
    I soliti stereotipi di bamboccioni, vent'anni per gamba a trastullarsi davanti al tavolo del pub dopo anni che sono qui senza essersi fatti una vita, pronti a sputare me...lma sul governo che, nonostante tutto, ancora se li tiene sul groppone...
    E, ciliegina sulla torta, uscito di fuori a prendere una boccata d'aria, altro tavolo di itaGliani, stavolta sui vent'anni, 99% Working holiday.
    Cannone da tre metri di maria in bella vista, questo il dialogo che ho intercettato:
    -"Aò, ma tanto tra due mesi ritorno a casa, che me frega"
    -"Ma sei sicuro che non ti arriva a casa in Italia il conto?".
    -"No, ma figurate, ho dato l'indirizzo di qua all'ospedale, te pare che gli pago tutti quei soldi per l'ambulanza?".
    -"Beato te, io invece la multa mi sa che la dovrò pagare"
    -"Ma che te frega, non pagà, chi te trova più".

    Capito perché poi uno ha il dente avvelenato? Capito che bestie arrivano qui? E se vi sembrano ragazzi svegli questi, oppure ragazzi da "comprendere e da spronare" e non parassiti da abbattere a calci nel [email protected], boh, non so cosa dire se non, per favore, venite a riprenderveli...
    Purtroppo queste sono persone che non fanno una gran bella figura in un contesto come quello australiano, molto probabilmente il grande richiamo che ha l'Australia in questo momento in Italia fa si che molti pensano che basta arrivare lì e come per incanto tutti i problemi spariscono. Il problema, se hanno un minimo di cervello, sarà quando rientreranno in Italia, solo allora si renderanno conto del grave errore che hanno fatto nel lasciare un paese dove potevano avere un futuro.
     

  12. #52
    Full Member
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    08 Apr 2012
    Luogo
    conselice italia
    Interventi
    121
    Potere di voto
    30

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    bella discussione..la sto seguendo con interesse!
    e pensare che la prima volta che visita l'Australia, nel lontano 1996, il marito di mia cugina (lei è ovviamente di origine italiana ma lui è di origine irlandese) mi portò a far un giro nei dintorni di Melbourne, a vedere le zone di coltivazione.
    Molti erano di immigrati italiani ed altri greci... ricordo una via praticamente divisa a metà, dove da una parte c'erano case di italiani e dalla parte opposta dei greci.
    Mio cugino mi disse "vedi Daniela che differenza? e case degli italiani sono tutte in ordine e ben curate, quelle dei greci sono molto più incasinate... qua in Australia gli italiani sono ben visti perchè sono lavoratori, molti hanno aperto attività creando lavoro". Ecco lasciando perdere l'opinione sui greci (mio marito è per parte di origini greche ehehe) questo era quello che pensavano in Australia 20 anni fa di noi italiani. Ed anche io l'avevo percepito girando per negozi, ristoranti facendo la vita quotidiana dei miei cugini, parlando con i loro amici aussie..avevano un'ottima opinione di noi italiani.
    Ora purtroppo, grazie soprattutto alla infinita massa di sti "benedetti" WHV è arrivata una masnada di ragazzotti come posso dire, bamboccioni per essere buona, che ha rovinato parecchio l'opinione che si era creata in passato. Me lo confermano anche i miei cugini.
    Purtroppo arrivano moltissimi (non tutti ovvio) di ragazzetti che non sanno nemmeno una parola di inglese, non hanno una minima esperienza (che non sia quella dell' aperitivo al bar con gli amici) magari hanno un misero diploma preso a fatica ma tutti straconvinti di essere una specie di "dono del Signore" per i bifolchi down under, credendosi super uomini aventi diritto a tappeto rosso, lavoro da manager e tempo libero a go-go per aumentare la loro esperienza nell'ape-hour!!!
    Capisco che in Oz il WHV sia un grande aiuto per le farm perchè senza i backpapers non avrebbero grande manovalanza, ma secondo me questo tipo di "immigrazione temporanea" è davvero deleteria per la nostra immagine.
    Ma sapete quante volte anche su FB leggo domande di ragazzi che chiedono "scusa ma dove faccio il WHV", "scusa ma ho guardato il sito immigov.au ed è tutto in inglese!!!" ma vah??? cosa lo volevi anche in bergamasco?? che se poi gli dici "ovvio che sia in inglese cosa pensi di parlare in Oz?" la classica risposta è "ah vabbè ma io l'imparo sul posto!" ok ci può anche stare ma poi non pretendere che, arrivando senza sapere nemmeno dire "good morning", ti possa essere offerto un posto da manager!!! o quelli che pretenderebbero di essere assunti (se non sponsorizzati) come chef o pizzaioli e perchè?? beh ma perchè sono italiani ovvio che sappiano cucinare e fare pizze..che ci vuole?? che vuoi che capiscano di cucina gli aussie??
    salvo poi finire il loro anno in Oz tornare e sparare nei vari social che "si sta male, gli aussie sono antipatici freddi e non amichevoli, che non c'è lavoro etc etc "...
    ehi Immigrazione diminuite un po' i WHV ed aumentate i visti a persone, magari un po' più adulte, ma con voglia di fare e con capacità lavorative (ehehe tiro acqua al mio mulino lo so )

  13. #53
    Hero Member L'avatar di Petrus
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    15 Dec 2012
    Luogo
    Geelong, Victoria.
    Interventi
    2,438
    Potere di voto
    261

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Guarda, in questo momento sto seguendo su facebook una discussione in cui uno, italiano manco a dirlo, dice che con 10.000$ ripagabili a rate e senza interessi riesce a farti prendere la residenza. E nello stesso topic un italo-australiano si sta spacciando per migration agent "raccomandato dal consolato" senza avere una registrazione MARA.
    Lo scopo? Circuire un povero pollo che vuole venire qua col visto student, moglie e due figli. Sono degli avvoltoi!!!
    Questo è solo un altro esempio degli italiani esportati... ragazzi certo, "da comprendere e da spronare"... ma per favore, riprendeteveli và...
     

  14. #54
    Jr.Member L'avatar di aussie_napoli
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    28 Jun 2013
    Luogo
    Napoli
    Interventi
    67
    Potere di voto
    21

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di geek2005 Visualizza il messaggio
    No, questo non è vero. E' una balla, ripetuta infinite volte ma pur sempre una balla. Se fosse vero, e se le persone avessero un paio di neuroni fra le orecchie invece di essere zombie rincoglioniti dal calcio e dall'aifone five, ci sarebbero barricate nelle stradi principali e folle con bastoni, forconi e sampietrini a far fuori mafiosi e baroni.

    Non mi risulta che sia così.

    Appare ben più probabile che la stragrande maggioranza di questi "disoccupati" lavori a nero per due spicci perpetuando un sistema mafioso che ha fatto della culla del Rinascimento quella cloaca che è adesso l'Italia.
    che ci sia buona parte tra questi disoccupati che si arrangia con piccoli lavori a nero e fuori dubbio, e sicuramente buona parte di loro sono ragazzi che sono usciti dalla scuola superiore con il titolo di studio che non serve nemmeno più a pulirsi il c............... come diceva il buon Totò. E forse il problema nasce proprio dal nostro sistema scolastico obsoleto e senza alcun senso pratico. Ragazzi che studiano lingue dovrebbero, su 40 ore scolastiche a settimana, fare 30 ore a studiare grammatiche e vocaboli delle lingue scelte, e 10 ore in altre materie che servono per cultura generale. Invece di buttare soldi in gite di istruzione inutili e senza senso, si dovrebbero aiutare i ragazzi, con un contributo statale, ad andare in quei paesi dove si può fare pratica nella lingua scelta. Allora, forse, si avrebbero ragazzi già più preparati al mondo del lavoro, più pronti a capire che uscire fuori dai propri confini natii può essere una grande opportunità di vita e di esperienze. Infatti oggi la scuola che da più possibilità di inserimento nel lavoro è proprio la scuola alberghiera perché è fatta di teoria ma anche di tantissima pratica, e penso che la pratica appassiona molto più gli studenti che si sentono più realizzati nel loro percorso scolastico. Io invece di fare 5 anni di superiori ne farei fare solo 3 e gli altri due li farei fare di pratica obbligatoria gratuita presso le strutture che riguardano il percorso di studi scelto, penso agli studi dei commercialisti per i ragionieri, ristoranti e alberghi per cuochi e addetti alla reception, e via dicendo. Ma qui tutto deve rimanere come è, paghiamo fior di .............................soloni, consulenti e chi più ne ha più ne metta per rimanere sempre allo stato schifoso in cui ci troviamo.
     

  15. #55
    Hero Member L'avatar di giutor
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    16 Nov 2013
    Luogo
    Roma
    Interventi
    1,790
    Potere di voto
    194

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Anche rispondendo a daniela, mi sembra che qui tutti noi, almeno quelli più anzianotti, sponano i giovani ad andare.. ma ANDARE PIANIFICANDO BENE IL PERCORSO PER DIVENTARE ALLA FINE AUSSIE.
    Con la stessa determinazione cerchiamo di far riflettere chi vuole partire alla ventura, senza conoscere la lingua, senza un visto lavoro, senza un briciolo di competenze e/o di conoscenze... In questo direi che in molti, io per primo, sposano e condividono il discorso di Daniela & Co
     

  16. #56
    Full Member
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    08 Apr 2012
    Luogo
    conselice italia
    Interventi
    121
    Potere di voto
    30

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di Petrus Visualizza il messaggio
    Guarda, in questo momento sto seguendo su facebook una discussione in cui uno, italiano manco a dirlo, dice che con 10.000$ ripagabili a rate e senza interessi riesce a farti prendere la residenza. E nello stesso topic un italo-australiano si sta spacciando per migration agent "raccomandato dal consolato" senza avere una registrazione MARA.
    Lo scopo? Circuire un povero pollo che vuole venire qua col visto student, moglie e due figli. Sono degli avvoltoi!!!
    Questo è solo un altro esempio degli italiani esportati... ragazzi certo, "da comprendere e da spronare"... ma per favore, riprendeteveli và...
    no dai per favore dimmi che non è vero!!! non se ne può più di connazionali (in Italia ed all'estero) parassiti malefici che vogliono solo fregare il prossimo. Io non ne posso più quantomeno. Spero che nessuno cada nella rete di questi avvoltoi...anche se a volte pure io ho tentato di avvisare alcuni "illusi"che certe strade facilitate sono solo specchietti per le allodole o meglio trappole per polli ma gli stessi si sono risentiti... non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.. siamo troppo abituati a tentar di trovare la scappatoia alla legge più consona a noi

  17. #57
    Hero Member L'avatar di Petrus
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    15 Dec 2012
    Luogo
    Geelong, Victoria.
    Interventi
    2,438
    Potere di voto
    261

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di Daniela68 Visualizza il messaggio
    no dai per favore dimmi che non è vero!!!
    Se hai facebook ti giro il link. Io, Tullius e Pierfrancesco (altri due diversamente italiani di questo forum) abbiamo speso un paio d'ore a cercare di far capire agli sprovveduti che leggono delle reali intenzioni di questi galantuomini... spero di aver salvato almeno un potenziale pollo... ma questa è la realtà che vivo qui, questa è la media dei "compatrioti"...
     

  18. #58
    Hero Member
    Residente permanente in
    Australia
    Iscritto dal
    10 May 2013
    Luogo
    Sydney
    Interventi
    531
    Potere di voto
    70

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Puoi pubblicare il link qua sul forum. Mi sembra un'informazione utile a tutti e c'è il valore aggiunto che alla discussione a cui rimandi (quella su facebook) avete partecipato anche tu e altri utenti del forum. Almeno diamo visibilità alla possibile "trappola".
     

  19. #59
    Jr.Member L'avatar di aussie_napoli
    Turista in
    Australia
    Iscritto dal
    28 Jun 2013
    Luogo
    Napoli
    Interventi
    67
    Potere di voto
    21

    Predefinito Re: italiani VS australiani

    Quote Citazione della risposta di bobsburger Visualizza il messaggio
    Come è anche una balla la storia che i giovani non trovano lavoro perchè i vecchi vanno in pensione due anni piu tardi.

    L'altro giorno un italiano di 34 anni (che sta in italia) mi ha detto: "non posso esserci perchè sono (da quattro anni, ndr.) col contratto a progetto e se mi prendo MEZZA GIORNATA mi lasciano a casa"
    Ora io non so nel dettaglio il lavoro che fa in quell'ufficio, ma immagino che non si sbatta troppo di lavoro e non sia molto produttivo se dopo quattro anni sei ancora in questa situazione. Certo la sera, l'aperitivo prima di tornare a casa (della mamma) è d'obbligo. Salario? 300 euro a mese, ovvero 1,8 euro ad ora. Non male per un laureato, no? Ma hai provato a cercare un altro lavoro? Eh no, ma tanto non si trova niente anche se cerco!
    Ti chiedi, dovre avrà preso tutta questa voglia di lavorare? E poi pensi che i genitori sono entrambi baby pensionati a 40 anni. E prima di allora erano degli assenteisti a tutta forza.

    Caro aussie-napoli, io non voglio litigare, sopratutto con una persona che si capisce da quello che scrive che ha fatto molti sacrifici ed ha professionalità, però quei 60% di inoccupati sono piu simili al mio amico che alla tua idea di italiano duro lavoratore.
    [QUOTE=bobsburger;81145]Come è anche una balla la storia che i giovani non trovano lavoro perchè i vecchi vanno in pensione due anni piu tardi.

    Bob litigare non serve a niente, penso che non ci sia cosa più bella del confronto e del potersi scambiare idee per accrescere il proprio bagaglio culturale. Faccio una piccola premessa, quando ho letto il tuo blog " bilancio di un anno e mezzo" , molto prima che ci incontrassimo in questo argomento, feci due stampe e le ho fatte leggere ai miei figli, 21 e 17 anni per dargli l'ennesima prova e lezione di vita di cosa significa sacrificarsi per arrivare a raggiungere un traguardo, questo non perché i miei ragazzi siano dei poco di buono, anzi entrambi mi danno grandi soddisfazioni scolastiche, e in questo per fortuna non hanno preso niente dal papà............, ma proprio perché cerco sempre di fargli capire che nulla arriva per caso e senza volontà non si arriva da nessuna parte.
    Il caso di questo ragazzo di 34 anni non è l'unico, sti benedetti contratti a progetto sono l'ennesima intelligente trovata fatta dai ns governanti, servono solo ai titolari di azienda a tenerti strizzato per le palle e a non pagarti i contributi.
    Il problema dei due anni più tardi si aggiunge agli anni di contributi che devi versare per prendere la pensione, se non ti scocci dai un occhiata a questo articolo e poi capirai perché spostare sempre l'età pensionistica comporta che i giovani per entrare nel mondo del lavoro devono aspettare sempre di più. http://www.blitzquotidiano.it/opinio...denza-1759988/
    Io come tantissime altre persone, comprese voi che scrivete con assiduità su questo forum, non siamo marziani o chi sa che, forse abbiamo capito prima che nulla ti è dovuto e quindi solo con costanza e sacrificio si arriva a raggiungere risultati, e penso che cosi sia la maggior parte degli italiani. Bob io penso che se generalizziamo guardando solo gli esempi negativi che purtroppo leggiamo in questo argomento allora è facile fare di tutta un erba un fascio. E' chiaro che poi ognuno parla e scrive per esperienza che vive ogni giorno, però io che ho la fortuna di avere rapporti di lavoro con aziende di una certa importanza, e mi comporto commercialmente bene rispettando impegni presi, non mi sento affatto orgoglioso, dopo anni di lavoro con loro, e quindi c'è ormai conoscenza della persona, sentirmi dire: PERO' NON SI VEDE PROPRIO CHE SEI NAPOLETANO !!!!! Capisci Bob, loro me lo dicono come un complimento non come un offesa, tutto questo perché si parte dal preconcetto che vieni da Napoli........................allora attenzione truffa in agguato. Non discuto che non sia vero, purtroppo, pero credimi in campo commerciale le grandi truffe sono state sempre fatte da tutti, dal Nord al Sud e sicuramente quelle del Nord sono sempre più sostanziose, però noi dobbiamo portarci la nomea, così come essere additati come camorristi, o della n'drangheta per i calabresi o la mafia per i siciliani.
    Questa era un po' il concetto che volevo far passare, se non ci sono riuscito durante altri post e ho offeso qualcuno mi dispiace, ora spero di esserci riuscito.
    Ultima modifica di aussie_napoli; 17th June 2014 a 16:35
     

  20. #60
    Sr. Member
    Mai stato
    Australia
    Iscritto dal
    18 Nov 2013
    Luogo
    varazze
    Interventi
    258
    Potere di voto
    39

    Predefinito italiani VS australiani

    Bobsburger, io ho 35 anni, lavoro come finta partita IVA da 7, guadagno una miseria, ogni giorno posso essere lasciata a casa. Magari me lo merito, non sono stata uno studente brillante, mi sono laureata tardi e ho perso tempo. Ma i miei ex compagni, anche quelli da 110 lode sono quasi tutti conciati come me. Ho mandato cv per qualsiasi lavoro. Oggi ho fatto il mio primo turno da sales advisor alla stupenda cifra di 8,5 euro lordi. Non è così facile cambiare vita, non credo il problema sia solo la poca voglia di lavorare. Ma come è possibile che sia legale la situazione delle finte partite IVA?
     

Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 3rd May 2014, 00:51
  2. Italiani ricchi.... Australiani di più
    Da Kuriatko nel forum Lavorare in Australia
    Risposte: 47
    Ultimo messaggio: 15th October 2013, 14:50
  3. Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 4th June 2013, 22:37
  4. Ciao a tutti...italiani-australiani...
    Da crystall-lady nel forum Due parole su di voi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 22nd February 2012, 16:17

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

#