PDA

Visualizza la versione completa : secondo step skilled migrant (ITA)



chef Fabius
15th January 2014, 15:45
Ciao sono Fabio e di professione faccio il pasticcere. Sono nuovo del forum, ho provato a cercare sul forum ma non ho trovato discussioni simili.
Non riuscendo a trovare lavoro in Italia, ho provato a cercare all'estero e dopo un'esperienza poco piacevole ai Caraibi, ho cercato una valida alternativa ed ho avuto un'offerta di lavoro da una bakery in Nuova Zelanda.
Ho fatto il primo step per avere il visto (EOI), adesso mi chiedono altri documenti tra i quali un diploma di scuola alberghiera (national certificate in hospitality professional cookery level 4 oppure cookery level 4 oppure un level 5 diploma specialising in the area of professional cookery oltre ad almeno 5 anni di esperienza lavorativa).
Io però mi sono diplomato come perito informatico e poi ho iniziato a lavorare presso panifici,pasticcerie e ristoranti acquisendo così la mia esperienza lavorativa.
La domanda è: qualcuno sa dirmi come fare ad ovviare a questo problema?
grazie

clod81
15th January 2014, 23:43
sara' che chidendo visto come skilled in quell'area hai bisogno di diploma/i specifici?

chef Fabius
16th January 2014, 00:25
Avevo proprio bisogno di farmi una risata prima di andare a dormire. Grazie!
Comunque nella compilazione dell'EOI non ho scritto di andare lì come chef e di essere in possesso di quel tipo di diploma. Mi arrangerò da solo come ho sempre fatto. Grazie ancora.

clod81
16th January 2014, 00:56
ecco bravo ridi che ti fa bene

tua risposta l'ho trovata in 2 minuti usando questa cosa chiamata internet search

da http://www.visabureau.com/newzealand/skill-shortage-list.aspx

e da http://www.immigration.govt.nz/NR/rdonlyres/063ECB35-F5D5-44D8-8325-7041A727A9D5/0/INZ109311February2013.pdf

Either National Certificate in Hospitality (Professional Cookery) Level 4 OR National Certificate in Hospitality (Cookery) Level 4 plus National Certificate in Hospitality (Basic Cookery) (Level 3) OR a Level 5 Diploma (specialising in the area of professional cookery) AND a minimum of five years combined experience in establishments offering a la carte/banqueting or commercial catering, with a minimum of two years at Chef de Partie (Section Leader level or higher)

chef Fabius
16th January 2014, 01:10
Caro mio guarda che non hai a che fare con uno stupido, secondo te non mi sono letto e riletto tutta la documentazione? Ivi compresa quella che tu hai gentilmente cercato su internet e che secondo te non sarei stato in grado di trovare con il mio calcolatore a valvole?

clod81
16th January 2014, 02:26
Long Term Skill Shortage List
Requirements: Qualifications must be comparable to the standard of the New Zealand qualification listed
Either National Certificate in Hospitality (Professional Cookery) Level 4
OR
National Certificate in Hospitality (Cookery) Level 4
OR
a Level 5 Diploma (specialising in the area of professional cookery) AND A minimum of five years' combined experience in establishments offering a la carte/banqueting or commercial catering, with a minimum of two years at Chef de Partie (Section Leader level or higher)

Note: Overseas qualifications must be comparable to the standard of the New Zealand qualification listed or a qualification listed in the NZSCED category.



Io però mi sono diplomato come perito informatico

ecco appunto, ti chiedono quei diplomi perche' sono parte dei REQUISITI



qualcuno sa dirmi come fare ad ovviare a questo problema?

in bocca al lupo, dormi bene

Maverinick
19th January 2014, 04:00
Purtroppo chef per ottenere un visto in una particolare categoria contano i titoli di studio in quella categoria, altrimenti non contano e devi puntare sugli anni di esperienza lavorativa :)

Roberto Draghi
19th January 2014, 21:45
Non ti scorragiare ne lascia passare il tempo.

Se sei stato in grado di trovare un datore disposto a fare da sponsor hai già fato un passo enorme e non lo devi sprecare.

L'esperienza conta e molto. Questo è uno dei casi in che un esperto (e certamente non il più economico) Immigration Adviser ti può aiutare. Il cuore del problema è che senza i benedetti certificati - che mettono un punto finale alla discussione - l'esperienza di lavoro può essere soggettiva ed eventualmente non facilmente verificabile restando quindi al criterio dell'interpretazione del Immigration Officer e un immigration adviser può sciogliere molti nodi e verificare direttamente che altri documenti vuole per assicurarsi.

Il mio caso è stato esatamente lo stesso, tanta esperienza, zero lauree e certificati.

In riguardo al work permit è relativamente semplice, perché se il datore si accorge che la persona contrattata non vale la candela, la manda via ed il work permit è cancellato automaticamente. Tutta un'altra storia al momento di chiedere la residenza permanente, perché quella non te la toglie nessuno, quindi sono molto più esigenti.Buste paghe, dichiarazione di reditti e lettere di raccomandazione di anteriori datori (queste mi hanno salvato la vita) servono.


Di visto di lavoro ne ho avuti 4 prima di richiedere la PR, tutti relativamente semplici da ottenere. Poi come, ho già raccontato, alla PR mi hanno fato la vita dura ma i chef e pasticieri sono più in demanda che i marketing manager, quindi non ti devi scorragiare per niente.

In ultimo caso potresti prendere la certificazione qui, ma penso che un paio d'anni lavorando in NZ sono più che suficienti per farti dare la PR.

In bocca al luppo.​

giutor
19th January 2014, 23:05
Mi arrangerò da solo come ho sempre fatto. Grazie ancora.

vista la risposta che hai dato a chi a provato a darti una indicazione, penso che sia la cosa migliore che tu possa fare.