PDA

Visualizza la versione completa : Dopo il working holiday.possibilita' di prolungare il viaggio in new zealand



william
2nd July 2011, 02:46
Ciao a tutti,sicuramente sono discussioni gia affrontate per l'Australia e presumo che i contenuti siano molto simili anche per la Nuova Zelanda ma non ho trovato nulla di specifico riguardo la terra kiwi.
In pratica ho richiesto e ottenuto il Working Holiday poco prima di compiere i 30.Questi sono i punti che non sono ancora riuscito a chiarire:
-per ottenere la residenza occorre necessariamente saper fare un lavoro incluso nella tabella ufficiale degli skills richiesti dal governo oppure è sufficente trovare un'azienda che ti assuma e sponsorizzi?In quest'ultimo caso dopo quanti anni si ottiene la residence? (io sono un barman e non compare nelle professioni richieste)
-è possibile secondo voi ottenere un visto turistico allo scadere del working holiday senza dover lasciare il paese?Lo chiedo nel caso decidessi o fossi costretto(per non aver trovato lavoro) a tornare in Italia e quindi tenterei di fare gli ultimi mesi di surf neozelandesi.

Davvero grazie per l'aiuto.Ogni vostro suggerimento sarà per me preziosissimo.Ciao a tutti.
Mauri

william
4th July 2011, 09:29
mah...navigando qua e la mi pare di aver capito che si possa ottenere una sponsorizzazione anche per i lavori non inseriti in tabella.Invece non trovo da nessuna parte il discorso del visto turistico richiesto dopo aver concluso l'anno del WH.La mia impressione è che si debba uscire dal paese e rientrare,spero di sbagliarmi.Attendo vostri lumi.buona giornata ciao

william
14th August 2011, 20:18
..ho scritto una mail all'immigration,nel giro di due giorni mi hanno mandato tutta la documentazione..La risposta è SI ,dopo il WHV è possibile richiedere un Visitor Visa.Va fatto ovviamente un po prima che scada il WHV.La durata del visto turistico è di tre mesi.Sperando che nei mesi invernali l'oceano non sia troppo freddo............:ambivalence:
Alla prossima
Mauri

Roberto Draghi
15th August 2011, 02:43
Oilá, ciao a tutti,

io ci sono già da quasi due anni e come lavoro appunto con turismo, ho avuto l'opporunita di raccogliere un po' d'informazioni per quello che riguarda i visti consolari.


Il WHV é quello che é. Un anno di permesso di lavoro di al massimo 40 ore alla settimana, dove lavoro e studio sono obiettivi secondari. A principio non si può nemmeno restare più di 3 mesi da ogni impiegatore. Ma questa regola non é che viene tanto controllata.


Per il visto di turista dovrai dimostrare che sei capace di mantenerti senza lavorare e può essere rinnovato altre due volte, per un totale di 9 mesi. Non bisogna uscire dal paese per richiederlo, ma é prudente farlo almeno 1 mese prima della scadenza.


Molti stendono il visto di turista una volta finito il WHV e continuano a lavorare, ma questo é il miglior modo di compromettere la tua vita in Nuova Zelanda se hai intenzione di conquistare la residenza perché prima di concederla è sicuro che ti chiederanno come ti sei mantenuto e se non ti spieghi sei fregato.


Meglio é cercare qualcuno che ti offra un posto e chiedere un il Worki Permit - che é possibile anche se uno non figura nella shortage list ma é qualificato (skilled migrant) - e come barman, non dovresti avere difficoltà d'averlo, specialmente se cerchi posto fuori di Aukland. Conosco certi casi dove é statto dato anche per ragazzi che lavoravano al Mac Donals e Burguer King a Queenstown.


Il turismo rappresenta 14% del prodotto lordo della Nuova Zelanda, e ha tanto bisogno di mano d'opera. Per ottenere ottenere il visto sarà necessario che il tuo impiegatore scriva una lettera spiegando perché deve contrattare tè e non un altro - per esempio può dire che il ristorante riceve tanti turisti stranieri e la tua conoscenza di una seconda lingua e importante per il business - e anche dimostrare lo sforzo fato per trovare gente qualificata tra i neo zelandesi. Annunci nei giornali per due o tre settimane bastano.




Il Work Permit dura un anno (molto raramente danno quelli di due, perché in quel caso avresti diritto alla assicurazione sanitaria del governo) e a principio dopo rinnovarlo per due o tre anni già potresti fare una richiesta per la residenza. Se te la daranno o no dipende dal'importanza della tua qualificazione. Come barman può essere difficile, ma se nel frattempo sei riuscito a farti promuovere a manager la chance grande.


Se trovi un modo di qualificarti dentro una specialità in demanda nella shortage list - capo cucina per esempio, una volta che già lavori in bar e ristoranti - sei praticamente sicuro. Mentre studi ti danno il permesso di lavoro per 20 ore alla settimana e un anno di permesso aperto di 40 ore alla settimana dopo la conclusione di certi corsi con un anno di durazione (level 5 in su). Quindi finiresti qualificato da un corso neo zelandese con un anno d'esperienza in più, ossia, tutto quello che cercano per il mercato di lavoro e la residenza é una conseguenza naturale.


Saluti a tutti, e se vi posso essere utile chiedete pure che mi fa piacere...

Roberto

william
16th August 2011, 18:17
Grazie Roberto ! ! Quante notizie utili! Vediamo se ho capito: col WHV puoi lavorare un anno per un massimo di 20 ore a settimana.Se vuoi lavorare a tempo pieno (8 ore al giorno) devi richiedere un Work Permit....

Quindi se vado in una farm presentandomi col WHV lavorerò solo per esempio 4 ore al giorno dal lunedi al venerdi?
Sai se le farms rilasciano Work permit?

Ciao!

Roberto Draghi
17th August 2011, 01:32
Ciao William , buon giorno...

Si hai capito bene il WHV. É cosi perché questo é un visto creato con lo scopo di aiutare i giovani
a autofinaziare il loro soggiorno. Forse anche stimolando quelli qualificati a cercarsi un Work Permit.


Per il lavoro stagionale a tempo pieno nelle farm, esiste una quota di lavoratori stagionali che possono lavorare durante la
raccolta. Devi dimostrare all'ingresso che sei al corrente dello schema stagionale, ossia, ti chiederanno di far vedere che hai i contatti dei contractor, email scambiate con lui con l'offerta di lavoro e programmazione della vendemmia. Puoi consultare Supplementary Seasonal Employment (SSE) Work Instruction (http://www.immigration.govt.nz/migrant/stream/work/hortandvit/sse/) se sei nella Nuova Zelanda e qui se sei al'estero http://www.immigration.govt.nz/migrant/stream/work/hortandvit/rse/.
Il punto negativo é che con questo visto - una volta scaduto - bisogna necessariamente uscire del paese per ottenere
qualsiasi altro.


L'idea per quello che riguarda il lavoro in Nuova Zelanda é che la disponibilità é grande per gente qualificata o
che desidera qualificarsi nelle aree in demanda e alcune agevolazioni (come il WHV, il permesso di lavoro per studenti e il
Silver Fern) sono offerte come stimolo.


Per i lavori non qualificati - a parte nella stagione della vendemmia - ne hanno già anche troppi.


Quello che io sempre consiglio è di farsi una chiara idea di quello che si pretende dala Nuova Zelanda e richiedere
il visto più adatto, perché non c'è niente di meglio per incazzare un immigration officer che gente che chiede un visto
diverso dopo l'altro e presenta ogni volta qualifiche differenti.


Quindi - secondo me - se l'intenzione é farsi qualche soldo e partire ad un altro paese - Fidji per esempio - va bene il temporary work.


Per lavorare a tempo pieno e sei qualificato chiedi il work permit, é impegnativo ma totalmente possibile, io e tanti altri abbiamo fato così. Non c'è da spaventarsi con il livello della qualificazione perché la cosa dipende anche molto da come la cosa sarà presentata dal tuo datore di lavoro al'immiigrazione e qualsiasi soldo speso con un buon immigration adviser è sempre un ottimo investimento.


Se sei deciso a venire per restare un periodo lungo, forse anche immigrare, ma non sei qualificato, dovresti investire in te stesso e qualificarti in un corso locale che per loro conta molto. Ci sono ampie offerte a prezzi differenziati ed è il loro business. Certe istituzioni
garantiscono anche il ritrovo del lavoro per le venti ore settimanali.


Per farsi una vacanza mentre si decide quello che si vuole fare, WHV. Lava quei piati - che é meglio che raccogliere frutta - risparmia per farti un bel girone delle due isole e torna a casa con l'indimenticabile esperienza della Nuova Zelanda. Se poi ti decidi a restare si ritorna il discorso al work permit e student permit.


Comunque se la residenza é già una possibilità per tè, cerca di fare tutti i passi con cura, perché il paese é piccolo e quindi facile di controllare e di gente che ha compromesso la richiesta della residenza per avere fato una cattiva richiesta del Work Permit ce ne sono
tante anche se poi preferiscono buttare la colpa sul immigrazione.


Salutoni a tutti,


PS.: se ha qualcuno piace parlare a voce mi può pure aggiungere allo skype, dove di solito mi trovo disponibile ai sabato mattina per chiaccherare ( r1draghi ).

william
17th August 2011, 09:39
Se sei deciso a venire per restare un periodo lungo, forse anche immigrare, ma non sei qualificato, dovresti investire in te stesso e qualificarti in un corso locale che per loro conta molto. Ci sono ampie offerte a prezzi differenziati ed è il loro business. Certe istituzioni
garantiscono anche il ritrovo del lavoro per le venti ore settimanali.



Sai se esistono siti dove si parla di questi corsi?

Roberto Draghi
18th August 2011, 06:16
Prova cominciare da questi:

www.ntec.co.nz
(http://www.ntec.co.nz)
Cookery School - North Shore International Academy - NSIA
(http://www.nsia.co.nz/)
Edenz Colleges - New Zealand
(http://www.edenz.ac.nz/)
Ma ci sono tanti altri, dipende un po'quello che pensi di fare. Bisogna che sia una cosa che ti piaccia veramente perché se richiedi un visto basato in una determinata professione poi ti toccherà farla per un lungo tempo e se l'ai fato solo per il visto diventerà una tortura.

Se spulci su google con il tema "new zealand diploma courses", salteranno fuori dozzine. Se vuoi dai una occhiata e fammi sapere cosa può interessarti di più che dopo posso darti una mano parlando direttamente con la scuola per vedere cosa possono offrirti di meglio. Come agenzia di solito caviamo fuori vantaggi interessanti.

Io o suggerito quelli perché ho capito che fai il barman e quindi hospitality potrebbe interessarti. Per avere dirito al visto di lavoro devono essere corsi dal "level 5" in su. Corsi d'inglese soltanto se sono di più di 6 mesi (ma non tutti, dipende della scuola).

La NTEC ha una programma con costo beneficio eccellente per qui vuole studiare cookery al loro campus di Hastings e ti garantiscono lavoro per le 20 ore settimanali permesse.

william
19th August 2011, 09:28
Si si,sono barman,nel senso che è il lavoro dove ho più esperienza ma ho buona professionalità anche in altri lavori che ho svolto per anni (per esempio edilizia).Ti chiedevo per le farms ,ma sempre stando in un'ottica WHV....quindi più vacanziero che lavorativo.
Se dovessi invece decidere di tentare di rimanere a lungo mi butterei su uno di quei lavori che so fare,anche se una scelta importante come quella di rimanere li penso la puoi prendere solo una volta che sei li sul posto e senti davvero di volerlo fare.Roberto ti chiedo ancora una cosa e intanto ti ringrazio davvero per il tuo aiuto che stai dando a me e a tutti i ragazzi che hanno in mente di partire.
-è possibile aprire una piccola attività autonoma (un piccolo chiosco bar per esempio)? Pensi sia qualcosa di fattibile o ci vogliono tempi molto lunghi e permessi troppo difficili ..?

Ti chiedo così tante cose per avere una visione il più possibile ampia di quello che realmente si può fare una volta arrivati.

Andando brevemente off topic di qualche riga mi piacerebbe chiederti invece tu come ti trovi e a che tipo di persone consigli la NZ

Roberto Draghi
27th August 2011, 21:55
Ciao William, anzitutto ti prego di scusarmi per per tardare tanto a risponderti ma le ultime due settimane in agenzia
sono state proprio "di quelle"...

Allora, se sei nello spirito vacanziere, e pensi che il lavoro nelle farms può essere per tè il momento di programmarsi é adesso.
Sono appena rientrato da Hawkes Bay dove ci sono stato appunto per firmare contrati per un programma di studio con lavoro
garantito per studenti e sono stati unanimi a dirmi che entre il Ottobre e il tardi Maggio di lavoro ce ne sarà in avanzo.

Poi nelle packing houses va ancora vanti fino a Giugno. Evidentemente bisogna sempre contare con qualche settimana in più o
in meno, perché nella raccolta della frutta si conta con la natura e quella fa quello che le pare e piace senza darci tante spiegazioni.

Non conosceva la regione ancora e non posso essere più incantato. Le città di Hastings e Napier sono piccole, ma zeppe dei veri
Kiwis, gente aparentemente chiusa, ma che appena ti presenti e gli fai vedere che sei una persona per bene ti regalano con una
hospitalità e gentilezza che sono impossibili di trovare nelle grandi città. Altro che Auckland...

La gente va a dormire e si sveglia presto... A Napier troverai attività anche un po' più tardi, ma a Hastings dopo le 8:30 sono già tutti
a casa... In compenso è il paradiso per le attività outdoor, puoi scegliere tra tutte quelle immaginabili in mare, in fiume, nella montagna,
nella spiaggia o in aria. E io che non mi son portato il parapendio... Al'inferno con questi viaggi di lavoro dove la gente aspetta che tu ..
lavori....:cool:

Poi il panorama, dio mio, hai presente quelle foto che sembrano giochi di pubblicità, con la giornata di sole stupendo, una bellissima
spiaggia se guardi in avanti e un montagna coperta di neve se guardi in su ? Ecco, é li...

Negli intorni piantagioni e piantagioni di frutta che nella primavera si copriranno di fiori - si ben che che quando sarai sotto il sole a
lavorare forse te ne accorgerai meno di tanta bellezza - e le migliori vinicole del paese. Se te ne intendi di vini ci sono grandi opportunità
e certamente no sgobberai molto tempo ... Dico così per scherzo, perché anche se é duro e le brace e gambe ti faranno
male per un po', non c'è niente del altro mondo...

Comunque come barman nel turismo avrai anche molta chance e penso che per tè la questione della vendemia sará solo un "start up"
tanto per partire sicuro...

Per ultimo, per aprire una dita in Nuova Zelanda basterebbe andare in ufficio posta, riempire un modulo, firmare, pagare cinquanta dollari e
la dita é aperta. La Nuova Zelanda é il paese di minore burocrazia del mondo, più che incredibile, stupefaciente... Però bisogna essere
residenti...

Per aprire una dita se non sei residente dovresti chiedere un Business o Entrepreuner Visa, dove ti tocca dimostrare che hai i soldi e la
competenza per fare andare avanti il tuo negozio. Secondo me, se non hai almeno un centinaio di migliaia di dollari per iniziare qualcosa più
solida, non vale la pena - e forse neanche te lo daranno - ed é meglio partire per avere la residenza prima, mentre ti fai le ossa.

Questa difficoltà per aprire un negozio la possiamo ringraziare ai soliti testa di c***o che viaggiano il mondo non per migliorare se stessi ma
per portare in giro la loro "furbizia". Amici Kiwis mi raccontano che dieci anni fa, qualsiasi uno poteva aprire una firma, ma dopo vedere quanti
casini combinavano i "furbi" hanno girato il disco.

Ok, speriamo d'avere dato qualche informazione utile. Saluti transoceanici, a presto..

william
1st September 2011, 09:41
sei una miniera d'oro! mi hai chiarito più tu in cento righe che tutti i manuali e i siti ufficiali visitati !
Aggiungo il tuo contatto skype nel caso molto probabile mi occorrerà un'agenzia a cui appoggiarmi.
A presto.
Thanks a lot

Roberto Draghi
1st September 2011, 23:36
No worries, my privilege...:cool:

Andrea 84
13th February 2013, 15:10
Ciao Roberto.....tornando a parlare circa questo discorso, il working holiday della Nuova Zelanda quindi non ti lascia lavorare più di 20 ore settimanali, diversamente dall'Australia che lascia possibilità di lavoro full time settimanale ?

Ma chiedo, come fà un'azienda ad assumerti così ?
Puoi fare solo il cameriere o il lavapiatti così.....e di certo penso nessuno ti assuma a tempo indeterminato per questi lavori.

Quindi è un po' una mezza fregatura.....mentre con il working holiday australiano, una persona può iniziare un'esperienza lavorativa full time con un'azienda e man mano convincere il datore di lavoro a fargli un visto più lungo per poi arrivare a chiedere la residenza permanente.

Ti chiedo, io attualmente ho 30 anni (da poco) ed esperienza nel fare questi lavori : gelatiere e pittore-imbianchino....ho lavorato anche qualche anno in fabbrica....se io vado in NZ con il WH alla ricerca anche di un semplice lavoro in fabbrica o comunque di un artigiano pittore che cerca personale secondo te con questo visto che possibilità ci sono di venir assunti se inizialmente uno non può lavorare full time settimanalmente ?

Chiaro che il Working Holiday dovrebbe essere un pretesto per aiutare i backpackers nel finanziarsi il giusto per il proprio viaggio di visita in questo meraviglioso paese, però non ti sembra che facendo così la Nuova Zelanda si è voluta un po' premunire con la troppa immigrazione decidendo di far entrare gli stranieri con il WH lasciando solo le briciole per lavorare ?

Ciao!

Roberto Draghi
13th February 2013, 21:22
Ciao Roberto.....tornando a parlare circa questo discorso, il working holiday della Nuova Zelanda quindi non ti lascia lavorare più di 20 ore settimanali, diversamente dall'Australia che lascia possibilità di lavoro full time settimanale ?

Ma chiedo, come fà un'azienda ad assumerti così ?
Puoi fare solo il cameriere o il lavapiatti così.....e di certo penso nessuno ti assuma a tempo indeterminato per questi lavori.

Quindi è un po' una mezza fregatura.....mentre con il working holiday australiano, una persona può iniziare un'esperienza lavorativa full time con un'azienda e man mano convincere il datore di lavoro a fargli un visto più lungo per poi arrivare a chiedere la residenza permanente.

Ti chiedo, io attualmente ho 30 anni (da poco) ed esperienza nel fare questi lavori : gelatiere e pittore-imbianchino....ho lavorato anche qualche anno in fabbrica....se io vado in NZ con il WH alla ricerca anche di un semplice lavoro in fabbrica o comunque di un artigiano pittore che cerca personale secondo te con questo visto che possibilità ci sono di venir assunti se inizialmente uno non può lavorare full time settimanalmente ?

Chiaro che il Working Holiday dovrebbe essere un pretesto per aiutare i backpackers nel finanziarsi il giusto per il proprio viaggio di visita in questo meraviglioso paese, però non ti sembra che facendo così la Nuova Zelanda si è voluta un po' premunire con la troppa immigrazione decidendo di far entrare gli stranieri con il WH lasciando solo le briciole per lavorare ?

Ciao!

OOOps... no, scusami, solo adesso mi sono accorto che ho sbagliato al digitare ... damned... :blush volevo dire 40 ore settimanali per il working holiday visa... quello che ti dà diritto a sole 20 ore lavorative settimanali è lo student visa, perché si capisce che se devi studiare parte del giorno non puoi restare tanto tempo preso dal lavoro.... Si credo che la tua esperienza sia rilevante per trovare una sistemazione, evidentemente che la tua capacità per comunicarti in inglese giocherà un ruolo importante ...Se hai appena compiuto i trenta puoi ancora chiedere il WHV ... Come imbianchino poi se ti trovi dalle parti da Christchurch hai buone chance per trovarti anche il Work Permit...

Andrea 84
14th February 2013, 15:04
Ciao Roberto!.....tutta un'altra musica ora.....mi pareva strano infatti, grazie della precisazione!.....l'inglese mio è buono....ho preso un ielts 6,5 qualche anno fà....ma te che ci sei già passato, come sono i datori di lavoro neozelandesi quando gli si dice : " come permesso di lavoro ho momentaneamente un Working Holiday, siete interessati ad offrirmi un breve periodo di prova iniziale a scopo assunzione ? "....giudicano già da subito come parli l'inglese immagino vero ?
....se provassi anche la via del lavoro in fabbrica secondo te a cosa andrei in contro ?.....lavori normali intendo, che non necessitano di alcuna specializzazione....l'immigrazione come reagirebbe secondo te nei confronti del datore di lavoro ?...le speranze son poche ?

Andrea e Samuel
17th February 2013, 12:42
Ciao a tutti! Scusate se mi intrometto però credo che questa sia prorpio il post giusto anche per il mio caso....
Due mesi fà ho fatto anche io il WHV, ho 25 anni e fra circa un mesetto mi laureo in Ingegneria Meccanica quella dei 5 anni.....ho fatto questo visto perchè credo sia l'unico che ti possa permettere di riuscire a guadagnare qualcosina per non prosciugare tutto il conto in banca :cryin, ti dà la possibilita di girare, puoi andare a scuola di inglese e ti lascia il tempo di capire se una persona è venuta in Nz giusto per farsi una vacanza o perchè potrebbe anche rimanerci....
Sono già stato in NZ 2 anni fà per 2 mesi e mezzo e mi è veramete piaciuta, quindi abbiamo deciso di provare! Il nostro inglese è veramente scolastico quindi sicuramente faremo un periodo di corso di inglese e poi ci butteremo nella mischia :-).... volevo chiedere se con questo visto ( ovviamente dopo che ho imparato un buon inglese) posso fare anche un lavoro coerente con la mia laurea oppure se ci sono dei vincoli per quanto riguarda la tipologia di lavoro che si può svolgere e volevo chiedere anche quache info a proposito del settore meccanico in Nz, da quello che ho visto nel sito del governo la mia laurea è riconosciuta (Ingegneria Meccanica all' Università di Bologna) però richiedono anni di esperienza alle spalle. Cmq il primo obiettivo e capire se la Nz può piacermi anche per viverci un lungo periodo poi vedrò come poter utilizzare anche la mia laurea in Nz.

Grazie e un grosso saluto da Andrea!!!

Ciao!!! !:hi:

Andrea 84
17th February 2013, 14:08
Ciao, guarda a mio parere con la laurea che hai non avrai nessun problema a trovar un lavoro.....poi se hai quella dei 5 anni ancora meglio....la tua è una laurea riconosciuta sia Australia che in NZ....un mio amico ha trovato lavoro in Australia dopo neanche una settimana che era arrivato dopo aver fatto il tuo stesso percorso di studio (a differenza che aveva già esperienza qui in Italia di qualche anno e aveva un buon inglese)....dove forse potresti trovare problemi è con la lingua che ti consiglio di imparare molto molto bene perchè è fondamentale saperlo parlare fluente (livello B1-B2).....e poi un po' di esperienza (almeno 2 anni) di solito la chiedono a meno che non trovi qualcuno che stà assumendo apprendisti o possa farti fare un periodo di stage-tirocinio a scopo assunzione.....cmq hai tutte le carte in regola per trovar lavoro e accasarti in OZ o in NZ.....mi raccomando con l'inglese e se riesci almeno a fare una breve esperienza prima di andare in cerca di lavoro lì è meglio.....AUGURI!!!

Andrea e Samuel
18th February 2013, 21:26
Grazie mille Andrea 84 per i consigli che mi hai dato! Speriamo bene! Visto che ,sia quando ho fatto la laurea triennale sia adesso che stò finendo la specialistica, ho fatto 4-5 mesi di stage tutte e due le volte e spero di riuscire a certificarli così che anche se non conterà un gran che sarà sempre meglio di niente...Quasi sicuramente l'occasione di partire mi si presenterà subito dopo la laurea il problema sarà proprio quello dell'esperienza...Va bè mi butterò inizialmente sull'inglese poi vediamo cosa ci aspetterà il futuro!
Grazie mille!!!!

Ciao!!!!

Roberto Draghi
27th February 2013, 03:40
Ciao ragazzi, scusate se non mi sono più fatto vivo per un po'.. ma alla fine è anche bene perché vi siete girati qualche messagio fra di voi e non resto sempre a a fare la brutta figura di quello che pretende d'avere tutte le risposte... Comunque siete nella strada giusta, andate tranquili, working holiday visa e forza avanti... Se avete un mestiere o una laurea che vi accredita una certa expertise, potete anche trovare un posto in quel settore, ma non come qualificati, per esempio un ragazzo brasiliano che conosco e che é ingengiere chimico laureato e per un tempo ha fatto l' ausiliare in un laboratorio di analisi del governo, la sua esperienza gli serviva per prendere il lavoro ma la responsabilità se la doveva prendere il suo supervisor.. Con il tempo si é fato riconoscere il diploma (che per determinate università italiane è automatico ) e anche iscrivere al albo professionista pertinente al settore che hanno regole proprie e sono indipendenti dei procedimenti del immigrazione. Ogni settore ha le sue esigenze particolari - ricercate sempre - ma di comune c'è sempre il fato che l'inglese è fondamentale per tutti... A prestissimo...

ale.gattuso
24th April 2013, 03:40
Ciao a tutti,
mi intrometto: sono in NZ da quasi 2 mesi con la mia ragazza, entrambi con WHV, e ho trovato lavoro con contratto full time per 3 mesi, quindi in regola.
Tuttavia e' stata una fortunata coincidenza che alla societa' per cui lavoro faccia comodo un contratto del genere, la mia ragazza sta invece trovando un grosso freno nel presentarsi ai datori di lavoro (specialmente ristorazione, bar, ...) con il limite del WHV, perche' sembra che vogliano evitarsi il disturbo di registrarsi all'immigrazione per ottenere visti lavorativi piu' lunghi.
Roberto, volevo farti qualche domanda:
- volevo chiederti in che senso la regola dei 3 mesi massimi per employer "non e' molto controllata"...
- un'altra domanda molto pratica: se ho un WHV e mi viene proposto un lavoro a tempo indeterminato, posso firmarlo e iniziare a lavorare nel frattempo che faccio tutta l'apply per il work permit?
- qual'e' la procedura per il work permit di un anno? te lo chiedo perche' sul sito dell'immigrazione non lo trovo, vedo solo quelli a "tempo indeterminato" tipo Long Term Skill Shortage List, ...
Grazie mille, e complimenti perche' sono capitato su questo forum per caso e ho capito molto piu' che su qualsiasi altro sito piu' o meno ufficiale...
Ciao!

Ale

mammaforzatre
27th April 2013, 16:04
Ciao a tutti,
mi intrometto: sono in NZ da quasi 2 mesi con la mia ragazza, entrambi con WHV, e ho trovato lavoro con contratto full time per 3 mesi, quindi in regola.
Tuttavia e' stata una fortunata coincidenza che alla societa' per cui lavoro faccia comodo un contratto del genere, la mia ragazza sta invece trovando un grosso freno nel presentarsi ai datori di lavoro (specialmente ristorazione, bar, ...) con il limite del WHV, perche' sembra che vogliano evitarsi il disturbo di registrarsi all'immigrazione per ottenere visti lavorativi piu' lunghi.
Roberto, volevo farti qualche domanda:
- volevo chiederti in che senso la regola dei 3 mesi massimi per employer "non e' molto controllata"...
- un'altra domanda molto pratica: se ho un WHV e mi viene proposto un lavoro a tempo indeterminato, posso firmarlo e iniziare a lavorare nel frattempo che faccio tutta l'apply per il work permit?
- qual'e' la procedura per il work permit di un anno? te lo chiedo perche' sul sito dell'immigrazione non lo trovo, vedo solo quelli a "tempo indeterminato" tipo Long Term Skill Shortage List, ...
Grazie mille, e complimenti perche' sono capitato su questo forum per caso e ho capito molto piu' che su qualsiasi altro sito piu' o meno ufficiale...
Ciao!

Ale

ciao, scusami ma c'è differenza tra il visto turistico e il whv? se ho capito bene con tutti e due i visti si può lavorare , giusto? mentre in au con il visto turistico non si può lavorare. ma se è così si può entrare con il visto turistico lavorare in hospitality imparare l'inglese senza il corso e poi cercare , dopo 9 mesi uno sponsor per richiedere il work permit che dura 1 anno.. giusto?:cool:

Greta INes Corazza
23rd May 2013, 19:12
questo post mi ha confuso!!
col whv si puo' lavorare solo 20 ore a settimana??? sul visto non e' specificato, c'e' scritto solo che non si puo' lavorare per oltre 3 mesi con lo stesso datore di lavoro!! aiutoo

serpinto
30th May 2013, 11:54
questo post mi ha confuso!!
col whv si puo' lavorare solo 20 ore a settimana??? sul visto non e' specificato, c'e' scritto solo che non si puo' lavorare per oltre 3 mesi con lo stesso datore di lavoro!! aiutoo
tranquilla con il whv puoi lavorare a tempo pieno (te lo dico ma sotto voce la regola dei 3 mesi non e sempre rispettata)

Roberto Draghi
30th May 2013, 23:12
tranquilla con il whv puoi lavorare a tempo pieno (te lo dico ma sotto voce la regola dei 3 mesi non e sempre rispettata)


Oilà, ciao a tutti, sorry stato io a fare confusione quando ho citato 20 ore lavorative invece che quaranta per il working holiday visa, poi ho rettificato l'informazione in un altro post ma come ho lasciato l'originale inalterato ho continuato a creare dubbi. Adesso ho corretto anche quello, comunque ripeto, sono 40 ore lavorative per il working holiday visa, sorry for the mess... In riguardo al periodo di 3 mesi al massimo per ogni datore però achtung perché non viene controllato al momento ma se dopo fai una richiesta per il work permit o anche la residenza può saltare fuori e per l'Immigration New Zealand vuol dire che hai già truffato una regola e comprometere o almeno complicare tutta la faccenda. Poi a mio avviso non è nemmeno produttivo perché se dopo tre mesi di lavoro da un datore quello non ha ancora capito se vale la pena farti da sponsor ed è meglio che te ne vai da un altro...

Greta INes Corazza
31st May 2013, 18:24
grazie a entrambi x aver chiarito. nel frattempo siccome stavo x avere un attacco di panico per la storia delle 20 ore, ho scritto anche all'ambasciata hahaha :) anche loro chiaramente hanno confermato che col whv si hanno a disposizione 40 ore di lavoro a settimana e 3 mesi con lo stesso datore di lavoro. l'appunto sul fare i furbi che compromette l'opportunita di avere visti permanenti e' molto utile :)

Alexp
13th October 2013, 18:18
tranquilla con il whv puoi lavorare a tempo pieno (te lo dico ma sotto voce la regola dei 3 mesi non e sempre rispettata)


MA CHE CRETINATE DICI???? i 3 mesi sono rispettati eccome!!!! serpinto evita di far passare questi messaggi...perchè con l'immigrazione non si scherza.