PDA

Visualizza la versione completa : Emigrare in New Zealand



Alberto G.
13th April 2012, 12:35
Ciao a tutti,

Mi chiamo Alberto ho 33 anni e al momento vivo per lavoro in Polonia.
Ho deciso dopo essermi documentato per un po' di Emigrare ancora piu' lontano verso la Nuova Zelanda.

Spero di non avere problemi per il visto. Parlo Inglese perfettamente avendo vissuto in USA e possedendo un diploma di High school Americano,
Non ho la laurea ma ho un diploma di Odontotecnico che e' sulla lista di immediate shortage, e ho diversi anni di esperienza.
Da circa 5 Anni Lavoro in IT in supporto e come sistemista in diverse multinazionali e in NZ vorrei proprio fare quello.

Volevo Sapere,
1) Se applico usando la professione di Odontotecnico che ovviamente mi da molti piu' punti, posso poi lavorare in un altro settore o sono obbligato a lavorare per il settore con cui ho applicato alla VISA?
2) Ci vuole molto tempo per la VISA?
3) Una volta Accettata la VISA posso gia' iniziare a cercare lavoro da qua?

Vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi Suggerimento mi possiate dare

Saluti
Alberto

Roberto Draghi
13th April 2012, 22:51
Ciao Alberto, piacere di conoscerti e benvenuto al forum...

Allora:


1) Se applico usando la professione di Odontotecnico che ovviamente mi da molti piu' punti, posso poi lavorare in un altro settore o sono obbligato a lavorare per il settore con cui ho applicato alla VISA?

Eh, purtroppo non è così semplice. Per chiedere il visto prima di tutto dovrai avere un'offerta di lavoro da un impiegatore in Nuova Zelanda. In questo punto non troverai difficoltà e lo dico per esperienza propria perché anche mia moglie faceva la Odontotecnica prima di venire, però per che qualcuno possa offrirti un lavoro dovrai essere anche registrato al albo professionistico della Nuova Zelanda e li ti chiederanno il certificato IELTS 7, anche se parli perfettamente l'inglese. Niente da fare, lo chiedono anche a immigranti arrivati da paesi anglo sassoni. IELTS 7 per lavorare in settori che involgono la salute umana, no exeptions, più diploma e certificazione d'esperienza anteriore, tutto convalidato dal NZQA, ente statale che paragona gli standart internazionali delle certificazioni d'insegno dal estero.

Poi una volta ottenuto il visto non solo dovrai lavorare nel settore per il quale lo hai richiesto come resti anche vincolato a quel datore di lavoro che te lo ha sponsorizzato. Quindi se ti dimetti o ti lasciano andare devi trovarti un altro posto e rifare il visto ma se trovi un'offerta migliore, nello stesso settore e con le stesse mansioni specificate nel contratto anteriore, puòi richiedere una VOC (variation of condition) e cambiare.

Inoltre dovresti anche considerare seriamente il settore odontotecnico perché c'è molta demanda e pagano benissimo e meno concorrenza che nel IT.

Dopo un'anno come odontotecnico potrai richiedere la residenza definitiva, che è l'obiettivo di tutti, e allora avrai tutti i diritti di un cittadino e potrai cambiare mestiere come ti pare.


2) Ci vuole molto tempo per la VISA? Dopo trovato il contratto di lavoro e fatta la richiesta la pratica del Work Permit gira in circa un paio di mesi.

3) Una volta Accettata la VISA posso gia' iniziare a cercare lavoro da qua? Puoi iniziare a cercare lavoro anche adesso, non c'è necessita di avere un permesso per cercare lavoro e in principio lo puòi anche fare con visto di turista se sei qui o anche dal estero senza nessun visto ma è molto improbabile che troverai un posto mentre sei ancora al'estero. Prima perché i Kiwi sono ancora - grazie a dio - quel tipo di persona che vuole stringere la mano e guardare la gente negli occhi per capire chi sono e secondo perché troppi dei soliti furboni si sono cercati contratti solo per avere il visto e venire sul sicuro e dopo, una volta arrivati, piantato lo sponsor che ha avuto tutto il lavoro a parlare da solo per accettare un posto più ben pagato da un'altro. Non costa provare, non si sa mai, ma si sono abbastanza seccati con questa storia ed è dificilissimo che oggi in giorno prendano qualcuno a scatola chiusa.

Salutoni Transoceanici, a presto.... Roberto

Alberto G.
14th April 2012, 16:01
Grazie Roberto, sei stato gentilissimo.
Penserò seriamente a tornare a fare l'odontotecnico allora, anche se dopo cinque anni non ci pensavo davvero :D
Cmq mi renderebbe le cose più semplici di sicuro.

Saluti
Alberto

lipfly
16th April 2012, 10:51
Ciao Roberto, se non ho capito male se vengo come turista posso cercare lavoro ma posso poi lavorare? Se per esempio un datore di lavoro mi volesse assumere part time per provare?

Garnett
16th April 2012, 14:40
Ciao Roberto, se non ho capito male se vengo come turista posso cercare lavoro ma posso poi lavorare? Se per esempio un datore di lavoro mi volesse assumere part time per provare?

assolutamente no.

lipfly
16th April 2012, 15:45
Quindi posso andare da turista cercare lavoro ed una volta trovato farmi sponsorizzare dall'eventuale datore?

Garnett
16th April 2012, 18:43
quello lo puoi fare, ma non puoi assolutamente cominciare a lavorare con il turistico

lipfly
16th April 2012, 23:05
E in Oz non si puo' arrivare da turista e cercare poi lo sponsor?

Roberto Draghi
17th April 2012, 01:43
Allora, come turista non è illegale cercare lavoro - anche se non dichiarerei quest' intenzione all'ufficiale della dogana - e se a te interessa più cercare lavoro che andare a spasso è un diritto tuo. La possibilità é anche menzionata sul sito del' immigrazione ma sono anche molto chiari che finché non si trova la benedetta offerta con tanto di contratto full time, si fa la richiesta del work permit e si riceve la benedizione dell'immigrazione non si può eseguire nessun lavoro rimunerato.

Certamente ci sono quelli che lo fanno ma a mio avviso é una pazzia, perché se ti beccano - e qui é facile d'essere pescato - finisce li il sogno.

In pratica dal momento in che ti metti in campo per cercare - considerando che sei qualificato e che parli bene l'inglese - a quando prenderai la prima busta paga puoi contare con una attesa dai 4 ai 6 mesi.

Io ho preso quella strada ma oggi se lo dovessi rifare, come ho già detto molte volte prima, prenderei la via dello studio che offre tanti altri vantaggi, come punti extra al momento della richiesta della residenza. Evidentemente c'è da considerare l'investimento ma in compenso si lavora 20 ore settimanali dal primo giorno e se si mete in bilancia quello che si spende fino a girare tutta la pratica per il work permit la spesa non é molto diversa...

Poi, con il work permit si sta legato all tipo di lavoro che si dichiara d'essere qualificato oltre al datore che ha fatto da sponsor . Cioè, se ti lasciano andare o ti viene di muoverti da qualche altra parte bisogna rifare tutto da capo mentre con lo student visa lavori in qualsiasi mestiere e da qualsiasi posto senza dover chiedere niente all'immigrazione.

Evidentemente, per quelli che sono ancora tra i 18 e 30 anni di età, non c'è niente più facile che il Working Holiday Visa.

tinetta83
17th April 2012, 06:44
Ciao Roberto, ho fatto il test e ho visto che senza mettere il mio lavoro raggiungo 170 punti ohohobh!!! sono giornalista quindi altri punti me li becco...
Ma funziona come in Oz che se io richiedo lo skilled posso andare e cercarmi lavoro nel mio settore?

Mi sembrava più semplice entrare con le mie competenze che in Oz,

lipfly
17th April 2012, 07:55
Grazie Roberto, valutero'.

Roberto Draghi
18th April 2012, 03:14
Ciao Roberto, ho fatto il test e ho visto che senza mettere il mio lavoro raggiungo 170 punti ohohobh!!! sono giornalista quindi altri punti me li becco...
Ma funziona come in Oz che se io richiedo lo skilled posso andare e cercarmi lavoro nel mio settore?

Mi sembrava più semplice entrare con le mie competenze che in Oz,

In Nuova Zelanda devi prima trovare il lavoro, farti dare un contratto dal datore e presentare la domanda come skilled all'immigrazione.

Con i punti che raggiungi potresti chiedere un Silver Fern Visa e con quello si potresti venire con un permesso per cercare posto nel settore che t'interessa. Purtroppo rilasciano soltanto 300 di quelli al'anno e quest'anno le iscrizioni aprono il 27 aprile, quindi tienti pronta perché scadono in poche ore. Ecco il link: Silver Fern visas (http://www.immigration.govt.nz/migrant/stream/work/silverfern/)

Se non ce la fai, l'alternativa è venire e cercare lavoro - perché difficilmente troverai posto mentre sei al'estero - oppure iscriverti ad un master o PHD qui che oltre il diritto di lavoro per 20 ore settimanali estende un permesso di lavoro senza limitazioni al partner ed è una ottima maniera d'inserirti nel'ambiente accademico.

tinetta83
18th April 2012, 08:53
Grazie per le info...

vivi78
20th April 2012, 11:19
ciao roberto...scusami ma invece non ho bene capito se venendo in NZ a studiare inglese si può lo stesso lavorare 20 ore sett.???

Roberto Draghi
22nd April 2012, 23:48
Ciao Vivi,

in NZ solo i corsi di formazione a livello universitario permettono lavorare. Per frequentare un corso d' inglese non ci vuole il visto di studente, lo puòi frequentare anche con il permesso di turista ma purtroppo non dà diritto al lavoro.

Comunque frequentare un corso universitário formativo in un mestiere in demanda di professionisti offre una serie di vantaggi, come per esempio punti extra all momento di richiedere la residenza definitiva e un visto di lavoro ( job search visa) di un anno se il corso scelto ha una durata minima di 18 mesi, oltre evidentemente il permesso di 20 ore di lavoro alla settimana mentre si studia.


Chiaramente bisogna considerare l'investimento - che per un corso di qualità parte dai 12 mila dollari all'anno - oltre una conoscenza upper intermediate al advanced dipendendo dal corso ( IELTS 5 al 7) ma a mio vedere è il modo migliore per inserirsi nella comunità e nel mercato di lavoro.

Shanti
23rd April 2012, 00:14
che possibilità ha una portatrice di handicap di emigrare in nuova zelanda, volendo inserirsi come giornalista o scrittrice?
sono tutelate le persone con handicap ? e se si , in che modo?

Roberto Draghi
23rd April 2012, 00:20
Ciao Shanti,

è una domanda complessa ma se posso esserti utile sará un piacere.

A principio direi che dipende del handicap ma sinceramente se é una questione che può venire a incorrere già d'inizio in spese a lo statto la vedo un po'complicata. Da mia parte non mi sentirai mai dire che qualsiasi cosa é impossibile, peró complicata...

Shanti
23rd April 2012, 00:36
il mio handicap consiste in una paraplegia alle gambe dovuta ad un ischemia al midollo avvenuta sette anni fa..in pratica sono autonoma in larga parte e con una carica di energia interiore direi veramente molto forte.. non mi spaventa nulla nella vita dopo tutti gli ostacoli e le difficoltà che ho dovuto superare. Inoltre anche mio figlio di 22 anni sarebbe interessato a trasferirsi con me per lavorare li. Lo so che non sarà facile ma io difficilmente mi arrendo... se posso avere un aiuto, un consiglio su quello che posso fare per riuscire a realizzare questo sogno sarò molto riconoscente .-- grazie di cuore

Roberto Draghi
23rd April 2012, 01:05
Se il tuo handicap non incorre necessariamente in spese alla Nuova Zelanda penso che dipende più dalla tua qualifica e impegno e non vedo nessun motivo perché non c'e la faresti anche tu. Comunque, come sempre, per mettere in pratica un grande sogno ci vuole una pianificazione accurata e magari anche l'esperienza di un bravo immigration adviser.

Se mi vuoi mandare un vostro Cv ( Il mio email é: [email protected] ) sarò contento a dargli un occhiata e dopo se ti fa piacere possiamo trovarci su skype per una chiaccherata a voce, che é più comoda.

Per il ragazzo - ma come sono sfacciatamente fortunati questi giovani d'oggi :cool: - basta chiedere il Working Holiday Visa e venire.

Con il WHV può lavorare in mestieri non qualificati per il periodo di un'anno, tempo sufficiente per trovarsi uno sponsor al work permit nel settore della sua specializzazione oppure seguire con un piano di studi per specializzarsi qui.

La domanda la può fare anche online qui:

Italy Working Holiday Scheme (http://www.immigration.govt.nz/migrant/stream/work/workingholiday/italyworkingholidayscheme.htm)

Saluti transoceanici,

Roberto

Shanti
23rd April 2012, 15:46
Caro Roberto, ti ringrazio vivamente per la tua risposta tempestiva e molto illuminante, e comunque mi riservo di inviarti al più presto il mio curriculum completo all'indirizzo mail che mi hai gentilmente indicato.
In questo momento sto alle prese con un grosso problema, che è la ricerca di una assistente la mattina, e qui non è semplice trovare persone fidate e responsabili.. chissà se li c'è lo stesso problema o è forse più facile .. beh magari ne riparlemo, ho ancora tante domande da fare. Appena possibile e cioè vale a dire appena risolto questo problema ti invierò il mio contatto skype sperando che la connessione tenga.
Comunque ancora mille grazie!
un raggio di sole dall'Italia
Shanti

annamaria
29th April 2012, 19:40
diffidate della disponibilità e gentilezza -dietro di esse si nasconde solo la voglia di vendere corsi
anna maria

Shanti
29th April 2012, 19:45
grazie della dritta ... :surprise:

annamaria
29th April 2012, 19:58
purtroppo parlo per esperienza personale ,per tutti lo stesso consiglio frequentare una scuola in NZ io ci sono cascata in pieno e sono partita con famiglia al seguito ,mi sono fidata ....sembrava che non avesse interessi personali ed invece li aveva eccome

tinetta83
29th April 2012, 22:09
annamaria raccontaci la tua esperienza, mi par di capire nons ia molto positiva

annamaria
30th April 2012, 00:30
molto volentieri,da tempo io e mio marito stavamo pensando di lasciare l'Italia soprattutto per dare un futuro con maggiori opportunita ai nostri figli ne abbiamo tre.
Io sono una biologa e dal 2006 ho avuto una gelateria quindi l'idea era quella di aprire una gelateria in NZ Non mi sono affidata purtroppo ad una agente di immigrazione il quale avrebbe potuto suggerirmi la migliore strada ida intrapendere con le mie conoscenze e le mie peculiarità Mi sono avvalsa invece delle informazioni offertomi da un agente di viaggio sicuramente introdotto in alcune parti delle regole dell'immgrazione ma con un interesse focalizzato solo sulla iscrizione ad un oneroso corso di cucina (19000$).Ho inoltre iscritto iragazzi a scuola ,la retta annuale per ognuno è di circa 14000$.Quando ti iscrivi a scuola all' agente viene pagata una commissione Ho chiuso la mia vita in quattro valigie e siamo partiti .Una volta arrivati nonostante la mia scarsa conoscenza dell' inglese ho iniziato la scuola e solo grazie ai miei vicini di casa ,i KIwi sono persone molto gentili e disponibili, ho conosciuto un vero agente di immigrazione che mi ha spiegato l'iter che avrei dovuto seguire ma ormai il danno era fatto.In tutti i casi anche se la mia esperienza è stata negativa il mio consiglio è di fare prima un viaggio esplorativo e di affidarvi ad un buon agente di immigrazione Tutto è possibile facendo i passi giusti.

Valerio
30th April 2012, 03:45
diffidate della disponibilità e gentilezza -dietro di esse si nasconde solo la voglia di vendere corsi
anna maria


purtroppo parlo per esperienza personale ,per tutti lo stesso consiglio frequentare una scuola in NZ io ci sono cascata in pieno e sono partita con famiglia al seguito ,mi sono fidata ....sembrava che non avesse interessi personali ed invece li aveva eccome


molto volentieri,da tempo io e mio marito stavamo pensando di lasciare l'Italia soprattutto per dare un futuro con maggiori opportunita ai nostri figli ne abbiamo tre.
Io sono una biologa e dal 2006 ho avuto una gelateria quindi l'idea era quella di aprire una gelateria in NZ Non mi sono affidata purtroppo ad una agente di immigrazione il quale avrebbe potuto suggerirmi la migliore strada ida intrapendere con le mie conoscenze e le mie peculiarità Mi sono avvalsa invece delle informazioni offertomi da un agente di viaggio sicuramente introdotto in alcune parti delle regole dell'immgrazione ma con un interesse focalizzato solo sulla iscrizione ad un oneroso corso di cucina (19000$).Ho inoltre iscritto iragazzi a scuola ,la retta annuale per ognuno è di circa 14000$.Quando ti iscrivi a scuola all' agente viene pagata una commissione Ho chiuso la mia vita in quattro valigie e siamo partiti .Una volta arrivati nonostante la mia scarsa conoscenza dell' inglese ho iniziato la scuola e solo grazie ai miei vicini di casa ,i KIwi sono persone molto gentili e disponibili, ho conosciuto un vero agente di immigrazione che mi ha spiegato l'iter che avrei dovuto seguire ma ormai il danno era fatto.In tutti i casi anche se la mia esperienza è stata negativa il mio consiglio è di fare prima un viaggio esplorativo e di affidarvi ad un buon agente di immigrazione Tutto è possibile facendo i passi giusti.

Cara Annamaria,

Se ti sei affidata ad un agente di viaggio per far organizzare la tua migrazione, non trovo giusto che poi offendi le persone che fanno il proprio mestiere con professionalità.

Se ti si rompe l'auto, decidi di fartela aggiustare dal macellaio e finisce di rompertela, perchè devi gettare schifezza sui meccanici ? i quali probabilmente ti avrebbero dato il consiglio di comprarla nuova perchè irreparabile oppure te l'avrebbero riparata.

Allo stesso tempo se incontri un meccanico incompetente non vuol dire che tutta la categoria sia incompetente.
Questo agente di viaggio è un professionista dei viaggi, se tu ti sei affidata a lui per materie di immigrazione e corsi di studio quindi in materie che non gli competono il 50% è colpa sua perchè avrebbe dovuto essere onesto e dirti le cose come stanno, ovvero che non è competente in materia, ma l'altro 50% è senza dubbio la tua.
Sei tu che lo hai scelto, sei tu che non hai fatto le dovute ricerche e sei tu che hai accettato di proseguire senza assicurarti o aver chiaro i percorso che stavi per intraprendere...

Quindi Annamaria... la cosa migliore quando si intraprende una decisione è assicurarsi anche di prendersi le proprie responsabilità riguardo la decisione che si sta prendendo, nessuno ti punta la pistola alla tempia per obbligarti ad accettare una pianificazione o un corso.

Non so chi sia questa persona (l'agente di viaggio), non so se sa fare bene il suo lavoro, non so nemmeno se hai capito bene tu o se non hai fatto poi i passi giusti, non so nulla della tua storia però non trovo giusto che si sparla di categorie o si fa di tutta l'erba un fascio perchè non si vuole poi ammettere che in finale... le decisioni sono state prese in maniera autonoma e bisogna prendersi le responsabilità di queste.

E ad ogni modo Roberto sta dando tantissimi consigli GIUSTI e onesti a prescindereda qualsiasi vostra decisione, voi chiedete e Roberto vi scrive come ottenerlo, e questo è ampiamente dimostrabile in tutti i suoi interventi, non merita che il suo aiuto e tempo speso a darvi informazioni importanti su questo forum sia poi bastonato perchè le persone non fanno mai Mea Culpa delle decisioni prese.

Personalmente non vado a farmi curare un'appendicite da un commercialista, se lo faccio e le cose non vanno bene, non vado a sputtanare commercialisti e dottori, me la prendo con me perchè ho preso una decisione sbagliata !

Ti consiglio di leggere questo... fa sempre bene...

http://www.australianboardcommunity.com/blogs/valerio-1/il-diavolo-e-lacqua-santa-144/

tinetta83
30th April 2012, 09:03
Io non avevo colto l'offesa a Roberto, comunque l'esperienza di Annamaria dimostra che ci sono tante agenzie che se ne approfittano e come ripeto spesso nei post è meglio affidarsi ad un agente immigrazione per l'iter e ad un'agenzia SERIA come australianboard per trovare casa e corsi giusti.

Valerio
30th April 2012, 10:36
Beh, l'ho collegato a Roberto in quanto lui sta rispondendo in questa discussione con le informazioni e perchè la sua risposta è subito dopo un ringraziamento per gentilezza, quindi ho fatto 1 + 1 , spero di non essermi sbagliato in tal caso mi scuso.

Che ci siano persone poco serie è un dato di fatto in tutto il mondo e in ogni mestiere, anche se bisogna sempre pesare queste accuse in quanto è facile anche trovare un cliente incontentabile che avrà da ridire su ogni cosa.

Chi ha fatto del commercio in ogni campo capisce che per quanto tu a volte possa fare il tuo lavoro al meglio, c'è sempre qualche cliente che:

1- ci prova
2- è incontentabile
3- fa un casino e da la colpa a te
4- non ti capisce proprio !

Oppure, trovi quello che gioca invece prende vantaggio della disperazione o dell'ingenuità.

Ma si stanno tutti approfittando di noi?

Non so voi, ma io... ho cambiato il mio sguardo tempo fà !

http://www.australianboardcommunity.com/blogs/valerio-1/cambia-il-tuo-sguardo-cambia-te-stesso-e-ringrazia-la-vita-175/

tinetta83
30th April 2012, 20:46
Oddio so benissimo che la gente ha sempre da ridire!!! non gli va mai bene niente, fa finta di non capire si inventa le cose e moooolto altro... Se tu fossi in Italia ti inviterei una mattina con me al ristorante roba da morire dal ridere!!!