PDA

Visualizza la versione completa : Arriviamo tra poco, necessitiamo di info specifiche!



Giada&Nico
18th September 2012, 22:44
Ciao a tutti,
piccola aggiunta alla presentazione: abbiamo 23 anni! Lei é studente di lingue, lavora con i cavalli ma é ama tutti gli animali! Lui é meccanico di bici ma appassionato di tutto ció che viaggia su ruote!
Abbiamo già il WHV e il biglietto aereo, precisamente per il 22 ottobre...e poi abbiamo tante domande:):

1) Cosa facciamo appena sbarcati a Auckland? Sappiamo già che ci serve quel numero identificativo (come si chiama precisamente? Dove si richiede?). Poi servirà un conto corrente, si puó aprire anche senza avere una sistemazione fissa in NZ? Ci sono altre cose importanti da fare/sapere?

2) Ci piacerebbe insediarci in una cittadina tranquilla, possibilmente al nord, pensavamo alla bay of plenty o hawkes bay. Sono zone con disponibilità lavorative alte (siamo disposti a fare qualsiasi tipo di lavoro che ci consenta di sopravvivere dignitosamente)? Ci sono zone piú favorevoli di altre nell'isola del nord(scartando Auckland che sembra unpó costosa)? Abbiamo visto sui vari siti dedicati che le offerte sembrano uniformi sul territorio, é vero?

3)A cosa possiamo aspirare? Parliamo un buon inglese e siamo disposti a rimboccarci le maniche. Loro cosa pensano di noi italiani? Sappiamo che le possibilità maggiori sono in agricoltura e turismo, si riesce a ottenere qualcisina di piú? É possibile bypassare le regole del visto riguardo ai 3 mesi dallo stesso datore di lavoro e delle 20 ore a settimana?

4) Abbiamo visto che l'assicurazione santaria piú conveniente è la southern cross, conviene farla ora su internet, o farla sul posto? É realmente necessaria anche se godiamo di ottima salute?

5) Siamo entrambi in possesso della patente di guida italiana, abbiamo sentito che per il primo anno è riconosciuta anche in NZ, è vero? Se no cosa dovremmo fare?

Ragazzi, siamo stati molto lunghi, scusateci, ma la strizza ci attanaglia e le domande sarebbero anche di piú, vi ringraziamo infinitamente dell'aiuto....e a buon rendere!

Roberto Draghi
19th September 2012, 06:00
Ciao carissimi, benvenuti al forum.

Allora vediamo se riesco a darvi una mano:


1) Cosa facciamo appena sbarcati a Auckland? Prendete la Super Shuttle al aeroporto e fatevi portare alla sistemazione che avete prenotato, costerà circa 25 dollari a testa.

Sappiamo già che ci serve quel numero identificativo (come si chiama precisamente? Dove si richiede?). Si chiama IRD e senza quello nessuno potrà darvi lavoro. Per averlo bisogna andare in posta con la fotocopia del passaporto e una seconda cara d'identità con foto e compilare il modulo apposta ed è gratis. Attenzione che ci può mettere anche un paio di settimane ad arrivare quindi e bene che lo fate subito. In ultimo caso se trovate il lavoro prima che arrivi si può fare uno squillo o visitare l'ufficio al Northshore e farsi dare il numero anche senza il tesserino. Benvenuti alla terra della poca burocrazia.

Poi servirà un conto corrente, si puó aprire anche senza avere una sistemazione fissa in NZ? Facilissimo, basta entrare in banca e si risolve in pochi minuti. Non ci vuole una sistemazione fissa, può anche servire la vostra prenotazione d'albergo, ostello o homestay.

Ci sono altre cose importanti da fare/sapere? Humm... un po' vaga questa .. :emoticon-0188-tauri:emoticon-0188-tauri

2) Ci piacerebbe insediarci in una cittadina tranquilla, possibilmente al nord, pensavamo alla bay of plenty o hawkes bay. Sono zone con disponibilità lavorative alte (siamo disposti a fare qualsiasi tipo di lavoro che ci consenta di sopravvivere dignitosamente)? Tutta la Nuova Zelanda é bellissima, dipende dai gusti, comunque vale la pena vederla tutta... Girate ragazzi, girate....

Ci sono zone piú favorevoli di altre nell'isola del nord(scartando Auckland che sembra unpó costosa)? Idem... Abbiamo visto sui vari siti dedicati che le offerte sembrano uniformi sul territorio, é vero ? Hummm ... cosa ... ????
:emoticon-0188-tauri:emoticon-0188-tauri

3)A cosa possiamo aspirare? Ad essere tranquili e felici, conoscere gente cordiale ed educata, vedere panorami stupendi, avere l'opportunità di far vedere il vostro valore per motivare qualche datore a favi da sponsor per il work permit se questo è il vostro obiettivo e sudare parecchio perché non è una passeggiata.

Parliamo un buon inglese e siamo disposti a rimboccarci le maniche. Loro cosa pensano di noi italiani? Sono molto ben venuti anche se i Kiwi sono un po'chiusi al inizio. Vogliono capire prima chi sei e tocca a voi fare il primo passo. Sono un po'timidi, specialmente fuori da Auckland, una volta conquistati peró saranno amici valiosi e fedeli che non ti dimenticheranno mai ne tu di loro.

Sappiamo che le possibilità maggiori sono in agricoltura e turismo, si riesce a ottenere qualcisina di piú? Certamente e dipende solo da voi... siete disposti a fare qualcosina in più ??

É possibile bypassare le regole del visto riguardo ai 3 mesi dallo stesso datore di lavoro e delle 20 ore a settimana?

Ecco, quello li non è ancora arrivato e già vuole combinare pasticci. :angry:angry:angry Guarda che lo vado a dire all'immigration e ti fanno tornare dal aeroporto.:devil:devil:devil

Ok, scherzo evidentemente, ma questo é un punto molto importante perché qui le regole non si possono by passare mai. O meglio ancora, si possono bypassare sempre perché nessuno sta li a controllare se fai la cosa giusta o no (partono dal principio che l'individuo è onesto e non l'incontrario come siamo abituati), però dopo salta fuori e quando capiscono che che li ingannati si offendono seriamente, specialmente all'immigrazione.

E come fanno a capire che hai saltato la regola se non controllano ? Facilmente appunto perché essendo questo uno dei paesi con minore tasso di corruzione del mondo quando qualcuno fa il furbo stona subito. Poi mettiamo che ti sei fatto una bellissima esperienza di lavoro presso un datore qualsiasi e quello ti vuole fare da sponsor. Quando chiedi il work permit e ti chiedono cosa hai fatto negli ultimi mesi cosa dici ? Nella migliore delle ipotesi devi sprecare la esperienza e raccomandazioni acquisite in quel periodo e che non è poco perché contano utilissimi punti al momento di chiedere la residenza permanente.

Come ho appena spiegato in un altro post, la limitazione di tempo lavora a tuo favore perché se tu e il datore siete contenti proverai a chiedergli per farti da sponsor e passerai al Work Permit. Se no vuol dire che ti troverai un'altro posto e prima o poi salterà fuori quello che non vorrà fare a meno dei tuoi servizi.

4) Abbiamo visto che l'assicurazione sanitaria piú conveniente è la southern cross, conviene farla ora su internet, o farla sul posto? È meglio se la fai dal'Italia online perché se ti capita qualcosa durante il viaggio sei coperto.
É realmente necessaria anche se godiamo di ottima salute? È un elemento vivacemente descritto nelle regole del WHV (hold medical and comprehensive hospitalisation insurance for the length of your stay) e da qualche parte avrai firmato che ne sei al corrente. Ancora una volta nessuno ti starà dietro a controllare ma dopo quando salterà fuori potrai compromettere seriamente i tuoi piani per la Nuova Zelanda oltre che le visite private qui costano un botto e se ne hai bisogno spendi facilmente molto di più di quello che ti costa per essere assicurato.

5) Siamo entrambi in possesso della patente di guida italiana, abbiamo sentito che per il primo anno è riconosciuta anche in NZ, è vero? Si é vero, potete guidare con la patente Italiana per un anno. Poi se volte restare per più tempo basta chiedere la conversione (prima della scadenza diel primo anno) a quella neo zelandese presentando l'originale italiana e la traduzione giurata della stessa, fare l'esame di vista e pagare una tasso che se non erro è di circa 100 dollari.

Ragazzi, siamo stati molto lunghi, scusateci, ma la strizza ci attanaglia e le domande sarebbero anche di piú, Fire at will vi ringraziamo infinitamente dell'aiuto....e a buon rendere!

No wories mate, its our privilege. Kiaora...

Giada&Nico
20th September 2012, 22:54
Ciao Roberto,
volevamo innanzitutto ringraziarti per la velocità, la chiarezza e la disponibilità con cui hai risposto alle nostre domande senza risparmiarti! E' quello di cui avevamo bisogno!

Ci teniamo a precisare che non volevamo bypassare quella regola del whv, ma la nostra paura è che quest'ultima sia seriamente limitante dal punto di vista della sopravvivenza economica, quello che vogliamo inoltre evitare è di passare per i soliti italiani che ci provano....è proprio la mentalità da cui stiamo fuggendo!!!

Per essere più chiari: noi non partiamo con una disponibilità economica elevata e di conseguenza la nostra priorità è quella di riuscire a mantenerci per lo meno per il primo anno del visto, e quindi siamo alla ricerca di consigli per riuscire a trovare due lavori (dato che siamo una coppia!). Ci sono alcune cose e molte incognite che ci sembrano limitanti e ci spaventano per il conseguimento del nostro obbiettivo, ed è da qui che ci scaturiscono molte domande che per voi che lo avete già vissuto, o lo state vivendo, possono sembrare banali o superflue.
Sappiamo che i soldi non sono tutto però per vivere al meglio questa esperienza servono anche quelli!
Per ora non abbiamo altre domande, quindi in attesa che arrivino ti ringraziamo ancora!

Roberto Draghi
21st September 2012, 00:17
Ciao Giada e Nico,


Non preoccupatevi, ho capito subito quale era il vostro dubbio ed è una cosa che passa per la testa di tutti al primo momento. La mia intenzione non è stata di giudicare nessuno ma di prendere lo spunto per enfatizzare l'importanza di seguire le regole letteralmente e spero non averti offeso.

Lo so che per noi latini sembra un po' strano perché tutta la vita siamo stati traumatizzati da politici infami che fanno leggi soltanto per favorire settori privilegiati della società mentre a noi resta sempre soltanto il conto da saldare ma qui - anche se non è il paradiso in terra perché quello non esiste - è diverso e le regole sono fate per bene e per il bene delle persone quindi facilissime da capire e imperative da seguire.

Il working holiday visa è studiato nei dettagli per offrire ai visitanti l'opportunità di conoscere la Nuova Zelanda a fondo e potete stare tranquilli che se seguite le indicazioni espresse nel sito dell'immigrazione andrà tutto bene e raccoglierete un'esperienza al estero che non lascerà mai più i vostri cuori oltre a permettervi preparare con calma il terreno per una futura sistemazione definitiva se questo sarà il vostro desiderio. I fondi che ti chiedono di dimostrare non sono per cattiveria ma solo per proteggerti nel caso d'un imprevisto, come per esempio un periodo prolungato e inaspettato di pioggia imponendo un stand by nella raccolta e vendemmia per chi pensava di dedicarsi al'agricoltura per campare ma se non ci sono imprevisti del genere specialmente in due e con buono inglese troverete lavoro presto presto... Sono sicuro che con impegno quella riserva resterà intoccata e la potrete un giorno usare per girare la pratica del work permit. Comunque per stare al sicuro cerca di prevedere per almeno un meseto prima che ti organizzi.

Domando pure tutto quello che ti salta in mente perché è un privilegio poter partecipare ad un'momento così bello ed importante della vita di persone che nonostante tutto che soffrono hanno ancora il coraggio di sognare e la forza per prendere la strada. Ricordati sempre che l'unica domanda schiocca, banale o inutile che può esistere è quella che ci dimentichiamo di fare.

Mi chiedevi se gli Italiani sono ben ricevuti, beh.. il fatto che l'Italia è uno dei pochissimi paesi del mondo con accesso ad una quota illimitata di WHV vorrà dire qualcosa, certo ??

He aha te mea nui o te ao? He tangata! He tangata! He tangata!

Kiora

Giada&Nico
3rd November 2012, 00:01
Ciao a tutti, è passato un pó di tempo e noi siamo arrivati!!!
Dopo qualche giorno ad Auckland ci siamo spostati a Whakatane, quella che ci sembrava una tranquilla cittadina in una zona molto bella!!!
Purtroppo dopo svariate ricerche e tentativi ci siamo accorti che qua di lavoro non ce ne è molto, o meglio, se non hai un mezzo di trasporto per spostarti di un po' di km è quasi impossibile trovarlo nel centro cittadino!!!
Un alto problema che abbiamo è che da altri ragazzi abbiamo sentito la possibilità di posti di lavoro in "nero" pagati alla giornata, però anche per la mancanza di certezza di continuità queste opportunità ci spaventano un po'!
Volevamo chiedere a Roberto o a chi si trova in questa bellissima terra se c'è qualche cittadina più predisposta di altre ad offrire lavoro a degli "stranieri" che hanno voglia di impegnarsi e darsi da fare!
....se avete qualche voce o qualche consiglio di posti con prospettive più rosee dal punto di vista lavorativo che magari non si limitino al solo fruitpicking!!!
Grazie ancora dell'aiuto!

Drjekyll
5th November 2012, 07:46
Io e il mio amico Paolo siamo arrivati il giorno prima di voi fatalità! Noi siamo ad Auckland e visto che al momento non abbiamo un caz da fare, se passate qua fatemi un trillo che magari famo due chiacchere.

Per quanto riguarda il trovare lavoro da quel che ho capito (sto aspettando l' IRD) in città è un pò più semplice, ma te lo dirò appena comincio a cercare. In caso, call me! 021 1875980 or text me :-)

Giada&Nico
6th November 2012, 03:59
Adesso ci siamo spostati a Rotorua, sperando che una città più grande voglia dire più opportunità!!!....la ricerca continua, ma per ora niente!
Anche noi stiamo aspettando l'IRD, però nel frattempo stiamo cercando qualche cosa che ci piaccia prima dell'ultima spiaggia del fruitpicking!
Se passate da queste parti magari ci becchimo!

Roberto Draghi
21st November 2012, 02:33
Adesso ci siamo spostati a Rotorua, sperando che una città più grande voglia dire più opportunità!!!....la ricerca continua, ma per ora niente!
Anche noi stiamo aspettando l'IRD, però nel frattempo stiamo cercando qualche cosa che ci piaccia prima dell'ultima spiaggia del fruitpicking!
Se passate da queste parti magari ci becchimo!

Oilà, come state ? Passate le prime settimane cosa ci raccontate di belo ?